Questi sono i motivi per cui dovresti includere il peperone nella tua dieta quotidiana

Questi sono i motivi per cui dovresti includere il peperone nella tua dieta quotidiana

30 Dicembre 2021 - di Claudia Montanari

Ci sono molti alimenti che aiutano a migliorare il nostro benessere e la funzionalità del nostro organismo. Il peperone, ricco di vitamina C e altre sostanze, è uno di questi.



Quando si pensa ad un alimento che favorisca la salute del sistema immunitario in inverno, viene in mente l’arancia, ricca di vitamina C, con proprietà antiossidanti che aiutano l’organismo a controllare i danni ossidativi. Anche altri agrumi, come mandarini o limoni, sono ricchi di questo nutriente. Oppure il melograno, uno degli alimenti più apprezzati in autunno e in inverno.

Ma c’è un ortaggio che spicca per la sua ricchezza di vitamina C: il peperone, alimento salutare e molto versatile in cucina. Ti spieghiamo perché è così importante consumare prodotti ricchi di vitamina C e quali sono gli altri benefici del peperone.

Leggi anche: Favorire il sistema immunitario: 6 cibi ricchi di vitamina C.

Benefici della vitamina C

Se chiedi in giro quale sia il principale beneficio della vitamina C, molti risponderanno che aiuta a prevenire i malanni, sebbene questa non sia la sua principale virtù. Infatti, non è chiaro se questa sostanza possa prevenire la comparsa delle infezioni. La ricerca che supporta questa ipotesi è contrastante e fonte di controversie.

La vitamina C non agisce come curativo o preventivo del comune raffreddore. Ma in uno studio è emerso che un gruppo di persone a cui era stata somministrata almeno 1g di vitamina C/giorno, la durata del raffreddore si era ridotta di un giorno rispetto al gruppo di controllo. Come possibili spiegazioni si potrebbe evidenziare che in situazioni di congestione nasale, la vitamina C agirebbe come un antistaminico, disattivando l’istamina, responsabile di innescare l’intero processo, e quindi di modificare i sintomi del raffreddore.

Sintesi del collagene

La partecipazione di questa vitamina è necessaria nella formazione del collagene. Il collagene è la principale proteina da cui dipende l’integrità dei tessuti fibrosi (tessuto connettivo, cartilagine, matrice ossea, dentina, pelle e tendini), poiché tiene insieme le cellule. Questo fatto è particolarmente importante nella formazione delle pareti arteriose, che devono contrarsi ed espandersi ad ogni battito cardiaco. O dei capillari, che mantengono il flusso del sangue ogni secondo.

Riduce gli effetti dello stress

Oltre al suo ruolo antiossidante e nella sintesi del collagene, la vitamina C svolge altre funzioni che in molti casi sono poco conosciute. In situazioni di stress, le ghiandole surrenali contengono più vitamina C di qualsiasi altro organo del corpo umano. E in queste situazioni le ghiandole rilasciano ormoni nel sangue, insieme a detta vitamina. Il ruolo esatto che svolge in questa situazione è incerto. L’acido ascorbico partecipa anche all’idrossilazione di alcuni steroidi che vengono sintetizzati nel tessuto surrenale. La concentrazione di vitamina C è ridotta quando l’attività dell’ormone surrenale della corteccia è intensa.

Quando le cellule del sistema immunitario si attivano, utilizzano molto ossigeno, che produce ossidanti che possono essere dannosi. In queste situazioni la vitamina C agisce come antiossidante, con azione protettiva. In situazioni di massimo stress, viene secreto più ormone tiroxina (formato con l’aiuto della vitamina C), che regola la produzione metabolica e la temperatura corporea.

Altri benefici della vitamina C

  • Facilita l’assorbimento del ferro dalla dieta, aiutando a ridurre il rischio di anemia e affaticamento, causati spesso da bassi livelli di ferro.
  • Stimola la sintesi della carnitina, un amminoacido che trasporta gli acidi grassi nelle cellule per trasformarli in energia. Questo processo provoca una perdita di grasso corporeo, riduce l’affaticamento muscolare e accelera il recupero dopo l’esercizio fisico.
  •  Facilita il funzionamento del cervello favorendo la sintesi di alcuni neurotrasmettitori, le sostanze che permettono la comunicazione tra i neuroni.
  • Il suo deficit può contribuire allo sviluppo di molte malattie e processi infiammatori come l’artrite.

Ora che hai visto quali sono le proprietà di questa sostanza, vediamo perché è così importante includere il peperone nella tua dieta.

Benefici del peperone

Questo ortaggio è composto principalmente da acqua. Contiene anche carboidrati e il suo apporto calorico è basso. È ricco di fibre e ha pochissimi grassi. Ha anche caroteni come la capsaicina, antiossidanti naturali. Inoltre è un alimento ricco di altre vitamine oltre alla C. Contiene anche vitamina E e provitamina A  (che l’organismo trasforma in vitamina A in base alle proprie esigenze). E, in misura minore, vitamine del gruppo B come B6, B3, B2 e B1.

Inoltre, come dicevamo, è un alimento molto versatile. Innanzitutto, esistono diversi tipi di peperone , e può essere cucinato in diversi modi. È fondamentale per preparare fritture, basi per stufati, salse, risotti e può essere consumato crudo o facendolo cuocere molto brevemente. Infine, non dobbiamo dimenticare che il peperone può essere consumato tutto l’anno. Quindi non abbiamo scuse per inserirlo nella nostra dieta e arricchire i nostri piatti con una fonte di vitamine molto preziose per il nostro organismo.

Tags