Categorie
benessere

5 consigli per eliminare il grasso sulla pancia

Eliminare il grasso sulla pancia non deve essere considerato solo come un fatto estetico ma anche e soprattutto di salute. Il grasso in eccesso sulla pancia, infatti, è molto pericoloso. E’ uno delle cause principali di molte malattie, tra cui diabete, ictus, infarto, sindrome metabolica. Secondo l’OMS, la misura raccomandata per il girovita è: massimo 80 cm per le donne 94 cm per gli uomini . Chi ha una circonferenza vita superiore a 88 cm (per le donne) o a 102 cm (per gli uomini) dovrebbe fare maggiore attenzione, perché queste misure sono associate ad obesità viscerale e ad un rischio cardiovascolare elevato.  Quando si ha come obiettivo quello di perdere il grasso sulla pancia è fondamentale farsi seguire dal proprio medico o esperto di nutrizione, che saprà consigliarci la migliore dieta adatta al nostro caso.

Tuttavia ci sono alcune regole generali che sono sempre utili. Migliorare la propria dieta, adottare uno stile di vita attivo, ridurre lo stress e apportare altri piccoli cambiamenti può aiutarti a perdere il grasso sulla pancia in modo efficace e duraturo.

5 consigli per ridurre il grasso sulla pancia

Se poi questi piccoli cambiamenti vengono integrati con questi 5 consigli successivi, allora riuscire a ridurre il grasso sulla pancia non sarà più così impossibile.

Elimina carboidrati raffinati e zuccheri trasformati

Se sei seriamente intenzionato a ridurre il grasso sulla pancia, devi ridurre il più possibile zuccheri trasformati e carboidrati raffinati. Gli zuccheri trasformati si trovano in molti dolci preconfezionati. Esempi di carboidrati raffinati sono pizza, pasta e pane bianco. Questi ingredienti contribuiscono alla cattiva salute dell’intestino e sono spesso ricchi di calorie. Andrebbero consumati con moderazione tutti gli zuccheri semplici, anche quelli naturali come miele, fruttosio, zucchero di canna, malto, melassa, sciroppo d’acero, succo d’uva.

Questo non vuol dire rinunciare ai carboidrati, ma è importante scegliere quelli integrali.

CORRELATO: Grasso sulla pancia, 10 semplici modifiche al tuo pasto per dimagrire in modo sano.

L’importanza delle fibre contro il grasso sulla pancia

Spesso si sottovaluta l’importanza delle fibre per dimagrire. Eppure, la fibra ci aiuta a farci sentire più sazi più a lungo. Inoltre, riduce l’indice glicemico degli alimenti a cui viene abbinata (vedi: Dovresti evitare la frutta a causa del suo contenuto di zucchero?). Infine, un corretto apporto di fibre aiuta anche a favorire il benessere intestinale sgonfiando la pancia e prevenendo molti disturbi come stitichezza diverticolosi.

Grassi, scegli quelli monoinsaturi

I grassi non vanno assolutamente banditi dalla dieta, ma vanno certamente scelti con cura, prediligendo i monoinsaturi, conosciuti anche come “grassi buoni”. Questi tipi di grassi si trovano in alimenti come olio extravergine di oliva, avocado, noci e frutta secca, olio di sesamo. Una revisione del 2016 ha rilevato che una dieta ricca di acidi grassi monoinsaturi può aiutare a ridurre il peso corporeo.

Leggi anche: Quali sono i grassi sani e perché non devi aver paura di includerli nella dieta.

Bevi più acqua

Può sembrare banale, eppure non è scontato: uno dei modi migliori per perdere peso è bere più acqua. Questo perché se sei disidratato, il tuo corpo tende a trattenere più acqua nel tentativo di evitare che i suoi livelli di liquidi si abbassino troppo. Secondo quanto dicono gli esperti, poi, l’acqua aumenta anche il metabolismo, purifica l’organismo dai rifiuti e agisce come un soppressore dell’appetito.

Le linee guida suggeriscono di bere circa due litri al giorno, ma possono variare da persona a persona e soprattutto in base alle abitudini.

Grasso sulla pancia? Pratica HIIT

L’allenamento ad alta intensità che aumenta in modo significativo la frequenza cardiaca è estremamente efficace quando si tratta di ridurre il grasso sulla pancia. In effetti, uno studio recente ha rivelato che un allenamento breve ma intenso è il migliore per la perdita di peso e ti fa brucia più grasso degli allenamenti che richiedono il doppio del tempo.

I ricercatori hanno scoperto che 23 minuti di allenamento a intervalli ad alta intensità erano più efficaci di 41 minuti di un  allenamento convenzionale. Nello specifico, praticare HIIT porta a una perdita di peso del 29% in più rispetto ad altri tipi di allenamento. Steven Ward, CEO dell’ente del settore fitness nel Regno Unito, ha dichiarato: “Queste cifre mostrano l’impatto positivo dell’allenamento a intervalli sulla riduzione del peso”.

Tipicamente, HIIT prevede 30 secondi di sforzo intenso, come sprint, ciclismo o burpees, seguiti da brevi periodi di recupero.