Categorie
benessere

8 miti su come dimagrire a cui devi smettere di credere, ora

Per riuscire a dimagrire in modo sano non ci sono scorciatoie: l’unica regola valida è che devi assumere meno calorie di quante ne consumi così da creare un deficit calorico. Seguire una dieta sana, varia ed equilibrata è certamente la chiave per perdere peso. Tuttavia, quando decidiamo di voler dimagrire, è facile imbatterci in una miriade di informazioni sbagliate e falsi miti che rischiano di farci più male che bene. Vediamo allora alcuni dei miti più comuni a cui devi smettere di credere ora.

Devi eliminare alcuni alimenti per dimagrire

Gli studi dimostrano che i piani alimentari a basso contenuto di carboidrati come la dieta chetogenica possono aiutare le persone a perdere peso a breve termine. Ma non ci sono prove evidenti dell’efficacia o della praticità a lungo termine di questo tipo di diete.

Se elimini bruscamente i carboidrati (o qualsiasi fonte di calorie) dalla tua dieta, riducendo così l’apporto calorico totale, potresti perdere peso a breve termine in poco tempo.

Questo non ha nulla a che fare con i carboidrati stessi. In effetti, è molto probabile che le fonti di carboidrati che vengono eliminati siano elementi come patatine e prodotti da forno, che in realtà apportano più calorie dai grassi che dai carboidrati.

Un’altra scelta di tendenza: le diete senza glutine. Se è vero che le persone con celiachia e intolleranze al glutine hanno motivo di evitare cibi con glutine, non ci sono prove che ciò sia utile per coloro che non lo sono.

Per dimagrire senza riprendere peso, è importante consumare pasti che abbiano un sano equilibrio di carboidrati (40%), proteine ​​(30%) e grassi (30%) nella giusta quantità.

Perdere peso è un gioco “tutto o niente”

Quando ci si mette a dieta si è tentati di cambiare tutto e subito. Ma non devi fare tutto insieme dei cambiamenti radicali. Non pensare che ci siano solo cose “giuste” e cose “sbagliate”. Invece, inizia con delle cose facili, per esempio aumentando la tua attività quotidiana o registrando l’assunzione giornaliera di cibo. Alla fine, quei piccoli cambiamenti si sommeranno a risultati più grandi e a una perdita di peso a lungo termine che è sostenibile.

In uno studio comportamentale del Food and Brand Lab della Cornell University, i ricercatori hanno scoperto che le persone che hanno perso più peso erano quelle che hanno apportato piccoli cambiamenti al modo in cui mangiavano.

Tutte le calorie sono uguali

Il tuo corpo elabora le calorie in modo diverso a seconda della fonte di cibo, quindi tutte le calorie non sono uguali. Non è sufficiente raggiungere il conteggio giornaliero delle calorie; devi assicurarti di assumere calorie di qualità .

Alimenti diversi attraversano percorsi metabolici diversi e hanno effetti molto diversi sulla fame, sul metabolismo e sugli ormoni che regolano il peso corporeo. Ad esempio, mangiare proteine al posto di carboidrati può aumentare il metabolismo, ridurre l’appetito e le voglie di cibo, e ottimizzare la funzione di alcuni ormoni legati al peso.

Ma non ti trasformerai in una macchina che brucia calorie solo riempiendo il tuo piatto con le proteine. Aggiungendo più proteine ​​e allenamento con i pesi al tuo piano di fitness generale, costruirai massa muscolare, che a sua volta aumenterà il tuo metabolismo.

Quindi, supponiamo che il tuo obiettivo calorico giornaliero sia compreso tra 1.200 e 1.500. Se rimani in questo range calorico, ma con cibi pieni di zuccheri raffinati, farina e grassi, probabilmente questa dieta non sarà efficace come un piano alimentare dello stesso range calorico a ricco di cibi di alta qualità e di nutrienti.

Più calorie tagli, più velocemente perderai peso

Assumi troppe calorie e nel tempo il tuo corpo convertirà l’energia in eccesso in grasso. Assumi meno calorie e il tuo corpo perderà grasso. Ma mangia troppo poco per un periodo di tempo più lungo e il tuo progresso nella perdita di peso avrà un freno.

Questo sembra controintuitivo, ma un’alimentazione insufficiente a lungo termine può far impazzire i tuoi ormoni. Questi diranno al tuo corpo di mangiare più cibo e si verificherà un rallentamento del metabolismo per conservare il grasso.

Mangiare dopo un certo orario ti farà ingrassare

Alcuni tudi dimostrano che questo potrebbe essere in parte vero, ma non è così semplice come affermano alcune persone. Un paio di studi recenti, uno testato solo su topi di laboratorio e l’altro su un gruppo molto ristretto di persone, hanno suggerito che mangiare di notte potrebbe portare ad un aumento di peso.

Ciò non significa che dovresti morire di fame se ti alleni di sera o non hai avuto il tempo di mangiare tutto il giorno. Però non devi rimpinzarti con un pasto ipercalorico e ricco di grassi.

Uno spuntino leggero a base di proteine ​​e carboidrati complessi può aiutare il tuo corpo a riprendersi dopo un allenamento serale. 

Leggi anche: Cos’è l’alimentazione intuitiva e perché può aiutarti a dimagrire (e non solo)

Il cardio è il miglior esercizio per dimagrire

Il cardio allo stato stazionario non è la strategia più efficace per una perdita di peso prolungata. All’inizio potresti vedere i chili calare, ma nel tempo (e relativamente rapidamente) i tuoi progressi probabilmente si bloccheranno.

Il motivo è duplice: in primo luogo, è altamente ripetitivo (pensa: correre lo stesso percorso allo stesso ritmo ogni volta), quindi il tuo corpo si adatta rapidamente. Man mano che l’adattamento rallenta, anche la perdita di peso diminuirà, determinando uno stallo.

In secondo luogo, è a bassa intensità e prende di mira le fibre muscolari a contrazione lenta. Per dare una marcia in più alla tua perdita di peso, devi mirare alle tue fibre a contrazione rapida, che sono più grandi e hanno un maggiore potenziale di crescita, con attività come il sollevamento pesi o (ancora meglio) l’allenamento ad intervalli ad alta intensità (HIIT).

HIIT non solo ti farà bruciare moltissime calorie durante l’allenamento, ma accelererà anche il tuo metabolismo e lo renderà attivo fino a 72 ore dopo, mentre il tuo corpo ripara i micro traumi (cosa normale e naturale) causati dal tuo allenamento.

Lo zucchero della frutta fa ingrassare

Se è vero che mangiare troppo di qualsiasi cosa, anche cibi sani, può ostacolare i tuoi sforzi per dimagrire, mangiare la giusta quantità di frutta ogni giorno come parte di una dieta sana ed equilibrata non causerà aumento di peso.

La frutta contiene zucchero naturale, ma contiene anche fibre, vitamine e minerali che sono eccellenti per la tua salute. Quindi non eliminare completamente la frutta dalla tua dieta. La fibra in essa contenuta rallenterà anche l’assorbimento degli zuccheri.

Ciò a cui devi davvero prestare attenzione sono gli zuccheri aggiunti in alimenti come condimenti per insalata, sugo per pasta, muesli e ketchup.

La colazione è il pasto più importante della giornata se vuoi dimagrire

Fare colazione non è uno strumento per dimagrire garantito. Dopotutto, se non sei attivo tutto il giorno e mangi una grossa pila di pancake ricoperti di sciroppo d’acero, l’unica cosa garantita sarà l’aumento di peso.

Uno studio del 2014 ha persino scoperto che non vi era alcun effetto notevole sulla perdita di peso nei soggetti che facevano colazione rispetto ai soggetti che la saltavano. Ma ai soggetti non è stato detto cosa mangiare, quindi se sei abituato a una colazione ricca di zucchero, allora no, non ti aiuterà a perdere peso.

Detto questo, la colazione può essere una parte importante della tua strategia di dimagrimento, se la fai bene. Assicurati che sia un pasto sano ed equilibrato con un mix di proteine, carboidrati e grassi.