benessere

7 consigli per dimagrire mangiando con consapevolezza

Un piatto di pasta

Consigli per mangiare con consapevolezza a dimagrire in modo efficace e con serenità.

La pratica del Mindfulness, ovvero la consapevolezza, è la più recente parola d’ordine nella comunità del benessere, e per una buona ragione. Non solo puoi usare la consapevolezza per aumentare l’ empatiadormire meglio e ridurre i livelli di stress, ma puoi anche utilizzarla per migliorare il tuo rapporto con il cibo e dimagrire con serenità. Esatto: mangiare consapevole è una pratica reale che può aiutare a modellare il tuo corpo.

Continua a leggere per capire come sfruttare la consapevolezza per scegliere cibi più sani, dimagrire e goderti davvero ogni pasto senza sensi di colpa o auto-giudizi.

Che cos’è il mangiare consapevole?

L’alimentazione consapevole è, in sostanza, l’abitudine ad essere presenti mentre si mangia. Consiste nel conoscere perfettamente le caratteristiche di ciò che stiamo per mangiare, godere con tutti i nostri sensi dell’esperienza del cibo e di conseguenza avere un rapporto più autentico e sano con l’alimentazione.

L’alimentazione consapevole può aiutarti a dimagrire?

Di per sé, il mangiare consapevole non è una cura per la perdita di peso, ma come parte di un approccio o di uno strumento può favorire un’alimentazione sana e quindi la perdita di peso. Questo perché essere consapevoli di ciò che si mangia, è la chiave per scegliere cibi più sani e nutrienti. Una alimentazione consapevole sposta l’attenzione dalle calorie e dai numeri, a come determinati alimenti ti fanno sentire. Inizi a capire come il cibo sia energia e nutrimento rispetto a un evento passivo privo di piacere.

Anche limitare le distrazioni gioca un ruolo importante nell’assunzione delle calorie. Se mangi mentre sei distratto, è più probabile che mangerai troppo e farai scelte alimentari sbagliate.

Il consumo consapevole ti aiuta a eliminare le distrazioni in modo da poter diventare più in sintonia con il tuo corpo. Questo può aiutarti a stabilire una relazione sana con il cibo, dimagrire ed evitare privazioni e conseguenti abbuffate.

7 trucchi di consapevolezza per aiutarti a mangiare in modo più intelligente e dimagrire

1. Fai una pausa prima di mangiare, e chiediti perché stai mangiando

Una grande componente del mangiare consapevole è la ricerca per capire perché stai mangiando. Prima di prendere le patatine in busta o quella fetta di torta, prenditi un momento per capire come si sente il tuo corpo. Il tuo stomaco sta gorgogliando? Ti senti stanco? Hai sete? Considera anche l’ambiente che ti circonda. Sei annoiato? Senti il ​​bisogno di rimandare il lavoro? Poiché gran parte del mangiare avviene senza consapevolezza, una pausa per capire il motivo della tua voglia di cibo ti consentirà di rendere il mangiare più propositivo.

2. Per dimagrire mastica bene e assapora ogni boccone

Lo sappiamo, è un consiglio trito e ritrito. Ma prima di alzare gli occhi al cielo, sappi che mangiare di fretta e senza attenzione è una delle peggiori abitudini se vuoi dimagrire. Questo, infatti, non solo può ostacolare la corretta digestione, ma ti fa perdere tutto il gusto che c’è nell’esperienza dei cibo.

Quando mastichi bene, invece, riesci a registrare ogni sapore salato, aspro o dolce, cosa che ti aiuta ad assaporare il cibo in modo più completo. Resisti alla tentazione di divorare il cibo. Invece, concentrati sul mangiare un piccolo boccone alla volta e masticarlo completamente prima di ingoiarlo.

3. Bevi acqua prima dei pasti

Ricerche preliminari hanno dimostrato che bere acqua prima di un pasto può impedirti di mangiare troppo. Ma questo semplice rituale ha anche il potere di scuoterti dalla modalità pilota automatico e portarti nel presente. Può prevenire il ciclo alimentare automatico rallentando la mente prima di mangiare, migliorando la concentrazione e l’attenzione sul processo alimentare che sta per arrivare.

4. Mangia senza distrazioni

Chiudi il laptop, spegni la TV e allontanati dalla scrivania. Mangiare consapevolmente significa concentrarsi esclusivamente sul cibo, non sulle tue e-mail, su una rivista o sulle puntate di The Office.

Anche ascoltare musica o podcast può distrarre troppo: la ricerca mostra che il rumore che fa il cibo quando si mangia può influenzare in modo significativo la quantità di cibo che consumiamo. Questo “Effetto Crunch” suggerisce che probabilmente mangerai di meno se sei consapevole dei suoni che emetti mentre mangi. Quando attutisci quel rumore con gli auricolari, però, puoi finire per consumare di più.

Pensa alla consapevolezza come alla meditazione. È difficile meditare quando le persone ti parlano, sono in piedi di fronte a te o quando sei distratto. La ricerca concorda: mangiare in modo distratto può portare a mangiare troppo, mentre mangiare in modo consapevole può aiutarti a dimagrire.

5. Se vuoi dimagrire, attendi prima mangiare troppo

Il tuo cervello impiega circa 20 minuti per ricevere il segnale di sazietà da parte del tuo intestino. È facile mangiare troppo in quella piccola finestra di tempo, motivo per cui è una buona idea fare una pausa prima di riempire il piatto per un secondo round.

Questo periodo di attesa ti dà il tempo di elaborare il cibo che hai mangiato e ti permette di fare una scelta consapevole sull’opportunità o meno di assumere una seconda porzione.

Leggi anche: 8 miti su come dimagrire a cui devi smettere di credere, ora

6. Quando senti il ​​bisogno di fare uno spuntino, prepara prima una tazza di tè

Quando pensi di aver fame, spesso non hai davvero fame, ma hai solo voglia di mangiare qualcosa. Se pensi che sia il tuo caso, prova prima a preparare una tazza di tè. Prova il tè nero o verde per una carica di caffeina, la menta piperita o l’ibisco non zuccherato per un sapore forte, o il tè rooibos con limone fresco, zenzero e sidro di mele. Il processo di bollire l’acqua, annusare il tè e sorseggiarlo, di solito annulla la voglia di spuntini.

7. Mangia con gioia, non con giudizio

Quando stai cercando di dimagrire, è facile preoccuparti così tanto di cosa e quanto mangi da dimenticarti di goderti il ​​cibo. Certo, è importante capire il valore nutrizionale dei cibi, ma se sei eccessivamente preoccupato di contare le calorie, è probabile che sperimenterai tanti sensi di colpa e giudizi autoimposti.

Invece di affrontare i pasti con timore o paura di mangiare troppo, avvicinati a loro con un senso di gioia. Assapora ogni boccone delizioso e goditi il ​​processo di nutrimento e cura del tuo corpo. Quando sei gentile con te stesso e provi un vero piacere nel mangiare, è più probabile che onorerai il tuo corpo mangiando solo fino al punto di sazietà.