Categorie
benessere

Cibi che eviti perché pensi ti facciano ingrassare e invece non è così

Mangiare in modo sano è alla base di un buono stile di vita, soprattutto se vogliamo dimagrire sia che vogliamo rimanere in forma ed evitare di ingrassare. Eppure, ci sono alcuni alimenti che, per un motivo o per l’altro, spesso entrano nella nostra “lista nera” senza meritarlo, pensando che facciano ingrassare quando invece non è così. Pasta, frutta secca, avocado, olive, ma anche alcuni frutti come banana o uva, pesce come il salmone, sono tanti i cibi che pensiamo ci facciano ingrassare sempre e comunque. In realtà, nessun alimento andrebbe bandito, ma semplicemente scelto con cura e mangiato con moderazione.

Leggi anche: Cattive abitudini alimentari che ti fanno ingrassare più delle abbuffate

Pasta, frutta secca, formaggi… sì o no?

Alcuni di loro sono molto presenti nella nostra dieta. Possiamo mangiarli oppure no? I nutrizionisti sembrano essere d’accordo: la pasta può essere inserita in un piano dimagrante e non fa ingrassare, a patto di mangiarla con moderazione e che venga condita con sughi leggeri. La pasta di per se non fa ingrassare. Il problema è che la dieta occidentale si basa sul consumo di carboidrati raffinati, zuccheri e amidi, che uniti a uno stile di vita sedentario favoriscono l’aumento di peso.

Anche la frutta secca non deve essere bandita, soprattutto noci e mandorle. Questi cibi infatti contengono fibre, vitamine, minerali e grassi sani. Molte volte si evita di mangiare la frutta secca per paura di ingrassare, ma è una sana alternativa agli snack fuori pasto. Anche in questo caso, è importante moderare le quantità. I nutrizionisti consigliano non più di una manciata di frutta secca al giorno.

Per quanto riguarda i formaggi, anche in questo caso bisogna fare attenzione con la quantità. Alcuni formaggi, soprattutto quelli stagionati, sono ricchi grassi saturi e vanno moderati. Ma ci sono dei formaggi freschi leggeri che possono essere consumati in una dieta dimagrante, come la ricotta, il primo sale o i fiocchi di latte.

Leggi anche: I macronutrienti più incompresi: perché i carboidrati sono più importanti di quanto pensi

La frutta fa ingrassare?

Alcuni tipi di frutta sono spesso banditi dalle diete, ma anche in questo caso la chiave è sempre la moderazione. L’avocado o la banana o l’uva possono far parte di una dieta, basta tenere sotto controllo le quantità. E’ importante considerare le proprietà di un alimento ben oltre le calorie che fornisce e l’avocado ne è il miglior esempio. E’ un frutto abbastanza calorico, fornisce 230 calorie per 100 grammi. Ma ha un valore nutritivo imbattibile. Il nutriente che risalta di più è il grasso, ma è il cosiddetto “grasso buono”, ovvero monoinsaturo. Inoltre è ricco di fibra. Grazie a questo, è l’alimento perfetto per migliorare la salute cardiovascolare e in alcuni studi ha dimostrato di migliorare il colesterolo cattivo. Si distingue per il suo contenuto di magnesio, potassio, vitamine del gruppo B e l’antiossidante per eccellenza, la vitamina E. Quindi, anche se è un alimento ad alto contenuto calorico, è una buona alternativa ai grassi saturi e va introdotto in una dieta sana.

Leggi anche:  Il tuo corpo ha bisogno di frutta e questo è quello che succede se non ne mangi abbastanza

Dobbiamo quindi limitare il consumo di determinati alimenti per evitare di ingrassare?

E’ vero che alcuni alimenti risultano più calorici di altri, dunque, ma vanno considerati i valori nutritivi di ciascun cibo. Per evitare di ingrassare, dobbiamo moderare il consumo di certi tipi di alimenti ma non vanno banditi dalla dieta. La cosa migliore è quella di chiedere consiglio al proprio medico di base, oppure affidarsi a un professionista della nutrizione.

Una dieta varia

Tuttavia, secondo il parere medico generale, la chiave per una dieta sana è che questa sia varia, senza eliminare alcun alimento senza una giusta causa, tranne che per un problema di salute, allergie o intolleranze.

Non dovremmo eliminare del tutto alcun gruppo alimentare. In caso contrario, non sarà salutare e ci costerà molto mantenere la perdita di peso in seguito. Sicuramente, dovremmo limitare cibi ultraprocessati come dolci da forno, dessert, farina bianca, prodotti da fast food, pasticceria industriale. Così come bibite gassate e ricche di zuccheri aggiunti.

Alimenti che fanno ingrassare davvero

Non possiamo dimenticare che ci sono alimenti che, a lungo andare, fanno ingrassare davvero. Quelli il cui consumo andrebbe limitato il più possibile.

Sicuramente, dovremmo limitare cibi ultraprocessati come dolci da forno, dessert, farina bianca, prodotti da fast food, pasticceria industriale. Così come bibite gassate e ricche di zuccheri aggiunti, liquori ad alto contenuto alcolico, cibi pastellati e impanati, salse grasse, alcuni insaccati come mortadella o salame, carni lavorate.