bellezza

Proteggere i capelli in estate: trucchi e abitudini per non rovinarli

capelli folti

Come per la pelle, proteggere anche i capelli in estate dall’esposizione al sole è molto importante. In questo modo, potremo limitare i danni e arrivare all’autunno con teste meno problematiche.

I capelli in estate hanno bisogno di molta più cura, è una stagione davvero stressante per le molte aggressioni come la salsedine, l’esposizione al sole, al cloro. Senza parlare di pieghe e lisciature che possono danneggiare anche le chiome più forti, che perdono la loro sana idratazione. E’ necessaria quindi una maggiore attenzione per la quotidiana cura dei capelli.

Curare i capelli in estate, alcuni consigli

Innanzitutto procediamo con una leggera spuntatina, così da eliminare punte fragili e sfibrate e non ritrovarsi in breve tempo con capelli secchi, spenti e sfibrati. Poi è importante nutrire il capello regolarmente con una maschera nutriente prima o dopo lo shampoo. È sconsigliato lavarsi i capelli con acqua molto calda proprio per evitare di stressarli ulteriormente. Prediligete quindi l’acqua fredda anche solo nel getto finale, così da ridare ossigeno ai vostri capelli. Nei momenti di esposizione al sole meglio riparare la chioma con uno spray con proprietà protettive o un olio.

La parola dell’esperto

Cristiano Russo, hair stylist con due saloni di bellezza nel centro di Roma, spiega: “Molte persone continuano a dimenticare che in estate, oltre alla pelle, dobbiamo proteggere anche la nostra chioma. A questa ‘dimenticanza’ si sommano, poi, dei comportamenti sbagliati, guidati da false credenze che fanno più male che bene. Certo, l’ideale sarebbe preparare i capelli all’estate durante il corso di tutto l’anno o, almeno, nei mesi primaverili, con impacchi e maschere studiati per il proprio tipo di capello”.

Alcuni prodotti utili per proteggere i capelli

Lazartigue ha pensato ad integratori come Boost (100% di ingredienti naturali, botanici e vegani, senza grano, senza soia, senza lattosio, con estratto di rucola, zinco, selenio, bitamine B8, B6 e C). Oltre alla linea Nourish Light formulata con un complesso di olio di soia leggero e ricco di proteine. Altro integratore è il V /Care, collagene liquido che agisce in modo mirato per migliorare l’elasticità e la struttura della pelle, prevenendo le rughe, e rafforzare allo stesso tempo unghie e capelli.

Tra le linee specifiche c’è Beach di Cotril con shampoo, maschera riparatrice dopo sole, latte protettivo spray con una formula ricca di olio di cocco e olio di Monoi,  per una profonda idratazione. Anche Davines ha una linea estate, la SU, per la protezione dei capelli al sole (e del corpo), amica dell’ambiente per packaging (plastica bio based) e per la biodiversità visto che sono arricchiti di estratto di chinotto da Presidio Slow Food di Finale Ligure (Savona), ricco di vitamina C, dall’azione antiossidante e antinfiammatorio.

E poi Kerastase Soleil con Acqua di Cocco e Vitamina E, anti cloro, sale, sabbia, umidità (lo spray senza risciacquo olio Sirene, per beach waves naturali grazie a olio di Babassu è tra i più venduti). Tra i tanti marchi orientati su linee specifiche  L’Erbolario, Biopoint Solaire, Nuxe Sun, Eslabondexx (con un latte spray nutriente, ricco di oli naturali come l’olio di Lino, di cocco e l’olio essenziale di Rosmarino che ha un effetto dermopurificatore). Mentre dal parrucchiere si può fare periodicamente il trattamento con Olaplex che oltre a preservare i capelli da eventuali rotture dello stelo va a riconnettere i ponti bisolfuri dei capelli, per una cura trattante e rigenerante.

Leggi anche: La prima maschera per capelli Olaplex è all’altezza delle aspettative

Vero o falso? Ecco preziosi consigli sulle chiome per l’estate.

Non lavare spesso i capelli, o si rovineranno, e questo vale anche in estate. FALSO. Questo non è assolutamente vero, anzi! In estate la sudorazione e la maggior produzione di sebo possono otturare i pori. Meglio scegliere degli shampoo e delle maschere delicati, adatti a lavaggi frequenti, utilizzando acqua non troppo calda (meglio se tiepida). Una buona idea per ossigenare il cuoio capelluto e darci anche una sensazione di maggior freschezza è anche quella di fare uno scrub a settimana. Attenzione all’asciugatura, anche in questo caso, meglio evitare temperature troppo alte, soprattutto in caso di lavaggi frequenti, e limitare piastra e ferri a massimo 2 volte la settimana (meglio ancora se una sola volta).

In estate con il sole forte è meglio non fare la tinta, perché il colore non prende bene, e può rovinarsi con l’acqua del mare e della piscina. FALSO. La tinta può essere fatta in qualsiasi periodo dell’anno, non c’è alcuna controindicazione legata al sole o al caldo eccessivo. Ciò che può accadere, però, è che un capello che non venga protetto adeguatamente si inaridisca e perda parte della sua lucentezza. Si potrebbe assistere ad un cambio di colore verso altre sfumature, soprattutto a contatto per molto tempo con il cloro. In realtà, basta usare una protezione per capelli.

Indossare i cappelli o le bandane indebolisce i capelli e li fa cadere. Meglio evitare anche in estate. PIU’ FALSO CHE VERO. Anche in questo caso, c’è una piccolissima parte di verità. Il continuo e prolungato sfregamento, così come la ridotta circolazione dell’aria possono portare ad un inaridimento dei capelli, che a lungo andare può far apparire i capelli spenti e danneggiati. In estate è essenziale coprire il capo con cappelli, bandane o foulard, che sono oltretutto di gran moda, non solo per non rovinare i capelli, ma per la nostra salute e per evitare insolazioni. Basterà utilizzare uno spray idratante, scelto in base al proprio tipo di capello, e ogni “controindicazione” sarà messa a tappeto.

Risciacquo dei capelli e cowash

Risciacquare i capelli con acqua dolce dopo i bagni in piscina o al mare e proteggerli sempre. SUPER . Durante l’esposizione al sole e dopo i vari bagni sciacquare abbondantemente i capelli con acqua dolce. Utilizzare sempre uno spray solare a protezione dei raggi UV e contro la salsedine. Legare i capelli in maniera naturale, ad esempio con una semplice treccia, morbida ma definita, e coprire i capelli con un cappello.

Sì al cowash! Evitare di lavare i capelli con lo shampoo tutti i giorni. Meglio optare per un cowash (Conditioner Only WASH), un balsamo a cui è stata aggiunta una parte detergente e ingredienti ad azione nutriente e disciplinante. E’ perfetto quindi per lavaggi frequenti, in caso di acque ricche di calcare o capelli ricci e crespi. Magari si possono usare maschere solari prive di siliconi ricche di argan o cheratina, così da idratare la cute e le lunghezze. Lasciare in posa 10 minuti e sciacquare abbondantemente. In commercio esistono tanti prodotti specifici (il cowash è diventato un nuovo settore di mercato). Ma potete creare anche una ricetta fai da te, utilizzando un balsamo con buon INCI e senza siliconi, non troppo ricco, per non appesantire i capelli. Volendo potete aggiungere un po’ di zucchero per un effetto scrub sulla cute. 

Leggi anche: Chi la usa dice che questa maschera per capelli secchi è come una “magia in bottiglia”