Obesità infantile, il rapporto con la mamma influenza quello col cibo

Obesità infantile, il rapporto con la mamma influenza quello col cibo

ROMA – Un cattivo rapporto con la propria madre influenza negativamente il rapporto con il cibo. Una ricerca condotta da Kelly Bost della University of Illinois e pubblicata sul Journal of Developmental & Behavioral Pediatrics spiega che il rapporto madre-figlio espone al rischio di obesità infantile. 

Se la mamma sarà particolarmente incline a non rassicurare il figlio nei momenti di bisogno e a non interagire nelle parentesi di gioia, il bimbo sarà nel tempo più propenso a mangiare male e, soprattutto, a farlo non per fame ma per lenire il dolore o per rassicurarsi.

La ricerca rivela che i bimbi che hanno una relazione instabile con le proprie mamme, che sono sgridati o puniti quando dovrebbero essere rassicurati sono quelli che tenderanno ad avere un approccio a tavola più squilibrato, incrementando il pericolo di sviluppare obesità.

I dati hanno evidenziato anche che più le mamme puniscono e rifiutano i problemi dei figli, minore è il numero di pasti familiari ben pianificati e condivisi e maggiore il numero di ore trascorse dai piccoli davanti alla televisione. 

Potrebbero interessarti anche...