Categorie
Salute

Dimagrire senza dieta, 5 consigli per perdere peso

Dimagrire senza dieta non è impossibile. Sia chiaro: nessun ricorso a prodotti speciali o pillole dimagranti. Solo una serie di consigli per rimanere in forma senza riservare un’attenzione eccessiva alla bilancia. E’ fondamentale ricordare che chi vuole perdere peso in modo significativo necessita di un suo schema dietetico, meglio ancora uno stile alimentare specifico. Solo un esperto dell’alimentazione può fornircelo in modo adeguato. Ci sono però una serie di azioni che possono portarci a perdere qualche chilo senza fare troppa fatica. Vediamone alcune.

Potenzia le abilità culinarie. Le persone che hanno maggiori conoscenze su come cucinare cibi diversi hanno maggiori probabilità di mangiare una grande varietà di ingredienti altamente nutrienti, tra cui frutta e verdura, che sono ottimi per la perdita di peso. A quel punto, il fast food sarà solo un ricordo.

Mangiare più proteine e più fibre. Spesso chi si imbarca in una dieta fai da te privilegia solo frutta e verdura. Ma dimenticano che le proteine possono aumentare la sensazione di pienezza e ritardare la fame. Le fibre aumentano il senso di pienezza e il tempo di transito degli alimenti e l’assorbimento dei nutrienti.

Mangiare probiotici, che contribuiscono al dimagrimento e alla diminuzione dell’ansia, come dimostrato da una ricerca tutta italiana condotta dai ricercatori delle Università di Tor Vergata, Sapienza e del Policlinico Gemelli e pubblicata sul Journal of Transactional Medicine.

Dormire per dimagrire. Ridurre le ore di sonno fa guadagnare chili di troppo. La combinazione di una dieta equilibrata in cui non manchino proteine, verdure e carboidrati, combinata con l’allenamento fisico, possono essere potenziati da un buon sonno.

No allo stress, sì al movimento. Uno stress anche moderato può ‘sabotare’ la dieta, facendo in modo che a livello cerebrale la ‘ricompensa’ data dal cibo risulti più forte dell’intenzione di mangiare sano. Lo ha affermato uno studio dell’università di Zurigo pubblicato dalla rivista Neuron.