Razon: 4 reporter documentano il mondo

Viaggiare in alcune delle zone più ostili del mondo per documentare le persone intrappolate in situazioni politiche estreme, non può essere facile. La solitudine e la domanda “che cosa ci faccio qui?” devono essere frequenti quando non si è assunti da una società di notizie, ma quando lo si sta facendo perché è quello che si voleva fare a tutti i cost.
I quattro fotoreporter che hanno dato vita a Razon Collective (Jared Mossy, Justin Maxon, Sarah Elliott e Brian L. Frank) hanno messo a punto un meccanismo grazie al quale viaggiano il mondo separatamente, al fine di coprire più terreno possibile, e poi ogni tanto si incontrano e condividono le loro fotografie e storie.

Ma che foto! I quattro membri del collettivo riescono a mantenere il loro approccio personale e originale al loro lavoro, ma quando viene messo insieme alle immagini degli altri, se ne ricavano storie con molta più forza.
Il loro accordo a lavorare come un collettivo, seppure a migliaia di chilometri di distanza, trae ispirazione da una passione che li accomuna, quella di essere presenti là dove stanno accadendo le cose per documentarle fedelmente con la magnifica arma in loro possesso, la macchina fotografica, e anche e soprattutto dalla volontà di collaborare e condividere tutto, storie, progetti, punti di vista, esperienze e risorse.

 

Potrebbero interessarti anche...