Veline e soubrette volano a Hollywood: nessuna ce la fa

Melissa Satta

Diciamo che Elisabetta Canalis ha insegnato qualcosa. E le vediamo tutte lì, nell’aeroporto di Milano Malpensa destinazione Los Angeles (Hollywood, ancora meglio) a dirsi “perché lei si e io no?”.

In effetti in Italia la crisi c’è e si vede, anche sotto l’aspetto del cinema. “Accaparrarsi” una parte non è più tanto facile come una volta e, a parte Belen Rodriguez che non si sa come è sempre al centro dell’attenzione, adesso per avere un bel ruolo in un film di successo come minimo devi essere un’attrice affermata con tanto di curriculum che parli.

E poi, Hollywood è Hollywood, trovare una parte in un film di quello stampo può cambiarti la vita, o magari ti capita di fidanzarti con un George Clooney di passaggio e la svolta allora si che arriva.

Si legge su “Libero Quotidiano”: “Con il passar degli anni l’esodo della speranza si è fatto più marcato, con punte massime nel mese di febbraio, quando tutto il bel mondo cinematografico attende la serata degli Oscar. Cotè mondano di cene, party e cocktail incluso. È il momento migliore per giocare alla roulette del red carpet le proprie fiches.
La prima a partire è stata l’impagabile Nicole Minetti, accompagnata dall’amica di bisboccia Carolina Marconi. Essendo dotata di gran fiuto ha deciso di prevenire la concorrenza e, così, già due settimane fa vagava speranzosa tra i villoni di Beverly Hills e le spiagge di Santa Monica. Milano ultimamente è ingrata con lei, solo accuse, invidie e recriminazioni: non è meglio un riscatto oltreoceano? Ristoranti a la page, locali con attori e produttori, giri in limousine, shopping e contatti, ma è stata richiamata subito al gelo del Pirellone meneghino”. Insomma, la Minetti si è data al cinema, adesso, che la carriera politica sembra essere colata a picco.

E, se ci vanno i “politici”, non è certo da meno anche Nina Senicar, che almeno lei è una soubrette con tanto di S maiuscola (ma ha anche una laurea, a quanto sembra). Sulle orme della Canalis sembra esserci anche la bella Melissa Satta, che è stata Velina a Striscia la Notizia anche lei proprio come Elisabetta quindi con tutte le carte in regola “(…) anche se non abbiamo prove di qualsivoglia interpretazione americana da parte di Melissa. Un conto è far l’indossatrice a New York, posare per un redazionale o frequentare uno showroom, un altro è sfondare a Hollywood. Non basta aver frequentato Leonardo di Caprio o far passerella sulla Croisette di Cannes: necessita anche del talento recitativo” si legge su Libero. E siccome non c’è due senza tre, ecco la terza velina, Maddalena Corvaglia, che “convolata recentemente a nozze con il chitarrista di Vasco Rossi, da svariato tempo gironzola nel territorio, tra San Francisco e Los Angeles, guardandosi attorno per cercare di carpire il segreto del successo. Zio Tom docet, ma ad oggi nessun concreto risultato in arrivo”.

Insomma, per quanto in Italia sia tanto criticata, sembra proprio che dopotutto, ad avere la meglio fra tutte, sia stata proprio la Canalis!+ù

 

Potrebbero interessarti anche...