Valentina Vignali in lacrime per l’addio a Stefano Laudoni

valentina-vignali-piange-addio-fidanzato

ROMA – Valentina Vignali in lacrime per la fine della sua relazione con Stefano Laudoni. La cestista italiana è stata ospite di Barbara D’Urso e non è riuscita a non commuoversi confermando l’addio al collega. Lui ha iniziato a frequentare Francesca Brambilla, ma ha specificato che la loro storia è iniziata dopo che si è lasciato con Valentina. Dunque non ci sarebbe stato alcun tradimento.

Valentina Vignali è apparsa visibilmente provata e dimagrita. E’ palese che stia affrontando un momento non facile della sua vita, così come accade spesso quando ci si lascia alle spalle una relazione importante. Quando Barbara D’Urso le chiede se effettivamente è finita con Laudoni, la sportiva risponde:

“Sì, ai primi di novembre. Ci sono dei momenti in cui il dolore prevale e non sei molto lucido, poi noi eravamo anche una coppia molto seguita sui social. C’erano tanti ragazzini che ci vogliono bene, e che erano curiosi.

Sai Barbara la differenza qual è? Lui ha tolto le foto su Instagram, noi avevamo un album che io ho fatto dal primo messaggio che ci siamo mandati su Facebook nel 2010, e settimana scorsa sono andata a stamparle, perché una cosa così bella voglio ricordarmela bella quando andrò a guardarlo. Quando sarò grande e avrò dei figli, dei nipoti, voglio che almeno il ricordo rimanga intatto e bello”.

Era stata la stessa Valentina ad annunciare via social l’addio al fidanzato lo scorso 2 novembre. Lo aveva fatto con un sofferto messaggio:

“È il momento più brutto della mia vita, più brutto di quel pomeriggio quando mi hanno detto che avevo il cancro. Ti amerò per sempre e lo sai. Sarai sempre un ricordo che in un posto affollato con la testa tra le nuvole mi strapperà un sorriso. Sei stato l’unico che mi ha fatto veramente battere il cuore dal primo secondo che mi hai guardata. Quella sera in mezzo alla gente si è fermata la musica, eravamo solo io e te. Eri l’unico per cui valeva la pena guidare 7 ore per vederti 5 minuti alla fine di una partita. L’unico per cui valeva fare 3 o 4 traloschi l’anno. (…) Hai buttato tutto, così senza una ragione. Avrei voluto una fine decorosa per questo amore immenso ma così non è stato. L’hai voluto tu. Non riesco ad augurarti del male anche dopo quello che hai fatto a me. Ciao Ste”.

Potrebbero interessarti anche...