Categorie
gossip

Selena Gomez in rehab, parla Hilary Duff: “Penso sia difficile ma…”

NEW YORK – Selena Gomez, parla la collega e cantante Hilary Duff, ex star della Disney. Secondo quanto riportato da Mtvcom, quest’ultima ha voluto esprimere tutta la sua solidarietà per la popstar texana, che è attualmente in rehab, per curare la malattia che da tempo l’affligge, il lupus. Hilary come Selena Gomez è cresciuta in tv, avendo iniziato a cantante e recitare quando era piccola. Conosce i lati negativi della fama, come l’attenzione smodata che i media possono riservare a un personaggio famoso quando è in difficoltà. “Penso che sia difficile (…) C’è solo un’attenzione alla vita personale. Deve essere una lotta molto dura”, ha detto Hilary Duff. Poi ancora:

“Credo che la sua grazia sia il fatto di fare musica e essere amata”, ha specificato in riferimento a Selena Gomez, aggiungendo che i tabloid sono sempre pronti a inventare storie false. “La gente legge e va fuori di testa così velocemente ora. Il pubblico è intelligente sulle riviste di gossip e sa che stanno solo cercando di fare soldi. Sono sicura che la gente fa pettegolezzi fra amici per qualche secondo, ma alla fine della giornata ama quelle persone e la loro musica”.

Solo qualche giorno fa un altro amico di Selena Gomez ha voluto parlare del suo rehab, ovvero Michael B. Jordan, attore statunitense. Quest’ultimo è convinto che l’ex fidanzata di Justin Bieber supererà questo momento delicato nel migliore dei modi. L’attore suggerisce a Selena di essere ottimista e circondarsi di persone positive. “E’ davvero una buona amica e ci siamo sentiti”, ha detto, secondo quanto riportato da Etonline. “E ‘una donna molto, molto forte, quindi non posso immaginare che lei non possa farcela così come ce l’ha fatta con tutte le sue conquiste”, ha specificato Jordan.  Ora si attende solo il messaggio di Justin Bieber, un gesti quasi dovuto nei confronti dell’artista che ha amato per molti anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.