Categorie
gossip

Le nuove Veline e il dibattito: ma il bancone, se lo sono meritato?

ROMA – Alla fine è andata, anche le nuove Veline sono state elette per il dispiacere di tutte noi impegnate nelle 909 cose utili da fare per casa in attesa che Ezio Greggio comunicasse ogni volta i risultati e io, personalmente, una volta sono riuscita a cucinare anche una crostata alla frutta.

Insomma, un bel raus, fuori dai piedi, per Costanza e Federica, perché da oggi a sgambettare sul bancone più famoso di Mediaset ci saranno Alessia e Giulia, accompagnate, ovviamente, da non poche polemiche.

Il fatto è questo, e nemmeno tanto sorprendente anzi diciamo piuttosto banale e scontato: non appena le belle sono state incoronate Veline, con la consueta sobria corona di plastica e moquette contornata da brillocchi di vetro colorati e scettro che Sailor Moon nemmeno si sogna, insomma non appena Ezio Greggio ha pronunciato i nomi ed io ho sfornato la mia profumata crostata alla frutta, ecco che il web è stato assalito da un vespaio di gossip secondo cui, pare, la velina mora Alessia Calcaterra sia raccomandata. Poi non si sa come ci si è messa in mezzo pure Giulia, perché comunque le Veline lavorano in coppia e si sa quanto siano solidali (cronache riferiscono che Veline precedenti confessarono di scambiarsi pure lo spazzolino da denti) insomma detto fatto il gossip è nato: le Veline sono raccomandate!

E niente, Giulia e Alessia non vogliono ingoiare il rospo perché che il posto se lo siano sudato è stato (purtroppo) sotto gli occhi di tutti tutta la santissima estate e bene lo sanno gli italiani che per forza di cose non sono riusciti ad andare in vacanza e allora che fai, di sera a cena non la guardi la televisione? Insomma, il posto da Veline se lo sono guadagnato e non intendono stare zitte di fronte alle critiche, rispondendo così a modo duro in un’intervista al settimanale “Oggi”.

E, diciamolo, che le ragazze possiedano carattere si nota già da quando immediatamente esclamano che no, non ci stanno a farsi chiamare “donne oggetto” e dichiarano: “Se fossimo donne-oggetto non ci farebbero studiare tanto. Investono su di noi con corsi di ballo, dizione, recitazione… ci consigliano anche libri da leggere”. Insomma, ci tengono a precisare che la produzione  consiglia loro (addirittura) libri da leggere, e adesso non venisse la Montalcini di turno a smontare la cosa perché noi i libri che leggono non li conosciamo. Sappiamo, però, che di certo si intendono di finanza da far invidia al premio Nobel 2009 in economia Elinor Ostrom, e siccome non è che hanno tempo da perdere a smacchiare i giaguari, per dimostrarlo azzardano pure una statistica: “Basta! Solo il 20 per cento delle veline è stato con un calciatore”” insomma, questo per sfatare la leggenda secondo cui, pare, insieme al contratto a Striscia le Veline firmino pure quello di legame sentimentale con il calciatore belloccio di turno.

E forse questo può essere vero perché non è per ridimensionare gli onori a Vieri, ma insomma il suo tempo l’ha fatto e, diciamolo, è in “pensione”. Se poi si pensa che Matri è occupato (con, ironia della sorte, l’ex Velina Federica Nargi) e che di certo Cristiano Ronaldo non è che pensa, con tutto il rispetto, a Giulia e Alessia con cotanta bellezza che ha vicino quale la modella di Victoria’s Secret Irina Shayk, insomma, rimane ben poco. Ogni tanto suggerisco il fuoriclasse del Barcellona Iniesta, ma tutte mi rispondo che è già sposato, frase corredata sempre da un sospiro di sollievo, e io me ne sono chiesta sempre il perché…

Poi per forza di cose durante l’intervista si passa a parlare della presunta raccomandazione. Le leggende narrano infatti che Alessia Reato, aquilana, fosse stata sponsorizzata niente meno che, rullo di tamburi, Silvio Berlusconi, e poi nessuno osi contraddire quando urla “al complotto” e “che ce l’hanno tutti con lui” perché, diciamolo, il primo nome utile è sempre il suo che esce fuori e un motivo ci sarà.

Comunque, dicevamo, secondo leggende Berlusconi avrebbe raccomandato Alessia Creato e la ragazza subito si difende: “Berlusconi l’ho visto all’Aquila quando c’è stato il terremoto, lui era premier e io e la mia famiglia vivevamo in una tendopoli.  Ma non è stato mai ospite a casa nostra come dicono”, dichiara lei al settimanale Oggi. Quale casa intenda, se la tendopoli o quella a Coppito, è un dato non pervenuto.

Bene, basta, gossip finito, ma si sa che per uno che ne muore uno ne nasce così nella rete parte subito quello sull’altra Velina, la bionda: voci di corridoio apparse esattamente su questo link sostengono che non appena Giulia ha saputo di dover andare in tv ha pensato bene di regalare il suo amato cane, un rottweiler di tre anni, in impossibilitata ad occuparsene così via con le critiche. Poi come da questo si sia arrivati a dire che addirittura il cane l’ha fatto sopprimere non me lo chiedete, fatto sta che sul web si urla all’orrore e tra chi invoca notizie certe e chi ne posta di non certe è nata una caccia alle streghe che a quanto pare non è ancora finita.

Streghe, comunque, di certo non “cesse” come spesso si legge su Facebook e, diciamolo, su questo non posso discutere.

1 risposta su “Le nuove Veline e il dibattito: ma il bancone, se lo sono meritato?”

Ottime per …ZAPPARE la TERRA. Insieme a Iachetti e Greggio. In Liguria ne hanno bisogno…Veline, sì: braccia, gambe, culi strappati ad una sana vita contadina. Dai, provatela: vi renderete utili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.