Belen: “I produttori di San Remo sapevano dello spacco”

Movimento dei Forconi, Belen: Mi ricordano le proteste in Argentina

ROMA- Negli ultimi anni volenti o nolenti sulle copertine dei giornali di gossip campeggiava sempre lei, l’argentina più sexy del piccolo schermo. Un po’, diciamolo, pensavamo anche ci fosse lo zampino del “re del gossip” Fabrizio Corona, ma ora che lei non è più la sua fidanzata dobbiamo ricrederci. Lui, infatti, dalle copertine dei magazine è quasi del tutto sparito se non quando lascia quelle poche dichiarazioni su di lei. Ma Belen, lei si che continua a padroneggiare tutte le prime pagine. Ora la storia di turno è quella con il ballerino Stefano De Martino e le presunte corna messe da lui alla cantante uscita da Amici Emma, la quale risponde con un sonoro (e cantato) “Bella senz’anima” (riferito ovviamente a lui) durante una puntata di Amici.

Insomma, in un modo o nell’altro, Belen sempre in mezzo ci sta. Ed ecco che a La Stampa esce un’intervista in cui la povera Belen si difende perché, in fondo, lei non è una bella senz’anima, non è il diavolo e della maggior parte dei gossip, scusate, ma lei non ne ha colpa. Così, ecco che la bella argentina, che il 14 Maggio presenterà insieme ad Enrico Ruggeri il concerto organizzato da Radio Italia Solo Musica Italiana in occasione del loro trentesimo compleanno, nell’intervista a La Stampa dice: “Con Fabrizio è stato bellissimo per quattro anni ma è finita: succede. Sia chiaro che dopo averci pensato a lungo ho parlato con lui e gli ho detto che la nostra storia non poteva più andare avanti perché la mia testa era occupata da altri pensieri. Proprio non capisco dove stia lo scandalo, nessuno ha rubato niente a nessuno,  le nostre storie erano già finite, e io non sono il diavolo. Chi non si è mai lasciato? Eppure passo per la cattiva, mi danno della poco di buono”

Poi, amareggiata per tutto il carosello mediatico che è stato fatto dopo il suo incidente in moto con De Martino, dice: “Incredibile. Dell’incidente ricordo solo che ero frastornata, avevo appena visto la morte in faccia e non so perché ma pensavo a mia sorella, tremavo. Ancora per terra ho fatto in tempo a notare un tipo che invece di dare una mano mi faceva delle foto col telefonino. Pazzesco”.

Infine, parlando dell’altro infinito clamore che ha causato la sua “farfallina” a San Remo, ha dichiarato: “Lo spacco era un bello spacco ma anche gli autori del Festival ci si sono messi. Da quella scala in prova mi hanno fatto scendere quattro volte; si devono essere accorti che il vestito si apriva proprio in quel punto lì e faceva un bell’effetto. Lei che dice?

A buon intenditor, poche parole.

Potrebbero interessarti anche...