gossip

Belen Rodriguez: “Sapevo già cosa sarebbe accaduto a Corona”

Belen Rodrgiuez con il pancione

ROMA – Belen Rodrgiuez e Fabrizio Corona. La loro love story è ormai finita e sepolta da alcuni mesi eppure sembra che, soprattutto da parte di Corona, il legame non si sia mai sciolto. Se infatti l’ex re dei paparazzi ha ammesso che i suoi primi pensieri, mentre tornava in Italia dopo la latitanza, sono stati per l’ex compagna Belen, anche la showgirl dal canto suo ha qualcosa da dire.

Il settimanale “Diva e Donna” presenta infatti un’intervista della soubrette argentina, corredata di foto, in cui si pronuncia sulla vicenda “Corona”.

Così se Fabrizio racconta di non aver mai pianto, né durante la fuga né durante l’arresto, confessa anche che le uniche lacrime versate sono state per Belen, l’unica donna che davvero lo ha cambiato e che gli ha insegnato a volersi più bene.

Su Diva e Donna invece vediamo una Belen di certo felice per la sua nuova rinascita, ma che non cela amarezza per l’uomo che ha amato per tre anni: “Sapevo già tutto. Sono andata via per questo.. Mi sono allontanata da Fabrizio perchè avevo immaginato che sarebbe andata a finire così” dice Belen, raccontando il suo dramma interiore.

La soubrette, inoltre, giudica esagerata la sentenza. Dice di aver vissuto in prima persona il dramma della vicenda dell’ex compagno, di aver passato tante notti piangendo da sola nel letto, perché Fabrizio era convinto che lo venissero a prendere da un momento all’altro.

Non nasconde il suo dispiacere nel sapere Fabrizio in carcere, e c’è una domanda che la tormenta: quale piega avrebbe preso la sua vita se, due anni fa, non avesse perso quel fatidico figlio che aspettava solo da pochi mesi da Fabrizio?

Belen Rodriguez, tuttavia, non è assolutamente pentita delle sue scelte di salvare la sua vita e realizzare il sogno di creare una famiglia, ed ammette di essere felice accanto a Stefano De Martino, da cui aspetta un bimbo.

 

In foto: la copertina di “Chi” del 6 Febbraio 2012

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.