Ravioli di ricotta e pere al tartufo nero

6 Giugno 2012 - di aavico

ROMA – Un piatto non semplice da preparare ma dai sapori intesi. I ravioli ricotta e pere conditi con il tartufo nero sono una pietanza particolare, che crea il giusto connubio di gusti grazie all’acidità della ricotta, la dolcezza delle pere e il sapore intenso del tartufo nero grattugiato.



Ingredienti:

Per la pasta:

300 grammi di farina 00

3 uova intere

mezzo cucchiaio di olio

un pizzico di sale

Per il ripieno:

250 grammi di ricotta di pecora

2 cucchiai di grana grattugiato

una pera sbucciata

un fiocchetto di burro

sale e pepe

Per il condimento:

50 grammi di burro leggermente salato

4 cucchiai di grana grattugiato

un tartufo nero

pepe nero

Preparazione:

Impastare gli ingredienti della pasta fino ad ottenere un composto omogeneo ed elastico, quindi formare una palla, avvolgerla nella pellicola e lasciarla riposare per circa 30 minuti.

Nel frattempo tagliare la pera dadini e ripassarla con pochissimo burro in un padellino per alcuni minuti, giusto il tempo che si ammorbidisca un po’ e lasciare da parte.

Preparare il ripieno mettendo in una ciotola la ricotta, il grana, il sale e il pepe. Lavorare bene il composto con una forchetta, aggiungere la pera e amalgamare bene il tutto.

Preparare ora due sfoglie non troppo sottili e adagiare la prima sul piano da lavoro infarinato. Distribuire sulla sfoglia il ripieno di ricotta e pere in mucchietti adeguatamente distanziati, quindi ricoprire con la seconda sfoglia. Schiacciare con le dita intorno al ripieno e con un coppapasta e con uno stampino scannellato tagliare i dischi intorno ai mucchietti ottenuti. Sigillare di nuovo con le dita lungo il bordo dei ravioli e disporli mano a mano su un vassoio infarinato.

Lessare i ravioli in acqua bollente salata per 6/7 minuti o secondo il vostro gusto e nel frattempo sciogliere il burro in un padellino. Scolare i ravioli, distribuirli nei piatti e condirli con il burro. Spolverare con il grana, una macinata di pepe ed infine il tartufo grattugiato sul momento.