A Pordenone la prima gara di barbecue in Italia

Barbecue, come cucinare la carne in modo salutare

PORDENONE – Chi non ha mai visto in qualche bel giardino, quello strano oggetto che a prima vista può sembrare una boa nera appoggiata su un treppiede munito di rotelle, e che quasi tutti i sabati si mette a fumare? I più informati sanno che non si chiama griglia, e che non serve per cucinare la carne con le braci. Il suo nome è “barbecue” e si usa per cucinare la carne con… il fumo delle braci. Questo metodo di cottura, antico almeno quanto la tecnica dell’affumicatura, fu introdotto dai popoli caraibici, che lo chiamavano “barbacoa”.

Il barbecue, nato probabilmente rettangolare, è divenuto sferico quando un gruppo di fantasiosi amici ha deciso di riciclare una boa che era spiaggiata sulle coste americane. Negli Stati Uniti la diffusione del kettle barbecue è divenuta ormai capillare, e non esistono stati in cui non vengano disputate gare, ognuna con il suo pseudonimo ed un vero e proprio regolamento di contea.

Nel nostro paese sono state organizzate in passato, diverse competizioni in cui si usavano griglie comuni e le relative tecniche di cottura, cui tutti siamo avvezzi. Per la prima volta in Italia, Domenica 3 Giugno sul piazzale del Centro Commerciale Emisfero di Fiume Veneto (PN), si terrà una gara di barbecue strettamente riservata a questo fantastico tipo di cottura e di attrezzatura.

Le tecniche elaborate dagli americani unite allo stile raffinato della cucina mediterranea, darà vita ad un matrimonio di sapori che andrà ben oltre la semplice salsiccia arrostita. Il barbecue italiano moderno è ancora tutto da scrivere, ed in un territorio in cui popolo italiano e popolo americano coesistono amichevolmente da più di cinquant’anni, il BBQ Contest vuole dare uno spunto a questa riflessione ed il via ad uno scambio proficuo. Tutte le informazioni su www.bbqcontest.it.

Potrebbero interessarti anche...