“Cioccolatò”: a Torino 10 giorni di cacao Made in Italy e non solo

"Cioccolatò": a Torino 10 giorni di cacao Made in Italy e non solo

TORINO – La cultura del “Cibo degli Dei” torna dal 22 novembre al primo dicembre a essere protagonista a Torino con la nuova edizione di “Cioccolatò”, la manifestazione dedicata al cioccolato made in Italy e internazionale, con un focus sulle produzioni artigianali della tradizione cioccolatiera piemontese. L’edizione 2013 di ‘Cioccolatò’ propone l’appuntamento con le tipicità piemontesi e quelle del panorama internazionale.

“Nonostante la crisi – spiega Eugenio Guarducci, Direttore Artistico di Cioccolatò – il cioccolato mantiene il suo forte appeal’. Cioccolatò è organizzato con il patrocinio della Città di Torino, della Provincia di Torino, della Regione Piemonte, di Unioncamere Piemonte e della Camera di Commercio di Torino, oltre che delle principali associazioni di categoria, quali Ascom, Confesercenti, Cna, Confartigianato e Casartigiani. Cioccolatò quest’anno si svolge nel periodo prenatalizio e impegnerà le piazze principali del centro storico. La kermesse animerà uno dei più eleganti salotti di Torino, Piazza San Carlo, attraverso iniziative ludico-didattiche, anche per bambini, incontri con esperti del settore, degustazioni guidate gratuite, attività culturali.

Ad accogliere gli appassionati di cioccolato ci sarà un maître chocolatier per illustrare saperi e arte della lavorazione di questo prodotto. Fra le iniziative in programma a il grande Polo del Cioccolato in Piazza San Carlo, che vedrà susseguirsi degustazioni guidate e originali corsi di cucina e di pasticceria a base di cacao e cioccolato. Dal lunedì al venerdì in programma iniziative per ii bambini delle scuole della provincia di Torino e per le famiglie nel weekend, con laboratori live dedicati alla lavorazione del cioccolato. L’area internazionale di ‘Cioccolatò’ grazie alla presenza della Costa d’Avorio, special guest della kermesse, proporrà approfondimenti culturali alla scoperta del folklore e delle tradizioni locali.

“La Costa d’Avorio – dichiara Janine Tagliante-Saracino, ambasciatrice della Costa d’Avorio in Italia – non poteva mancare a questa prestigiosa kermesse. La sua partecipazione, fortemente voluta dal Distretto d’Abidjan, in collaborazione con il Consolato della Costa d’Avorio a Torino e l’Ambasciata della Costa d’Avorio a Roma, mira a rafforzare i legami con i principali attori economici dell’industria cioccolatiera italiana, mostrandosi attenta a quelli che sono i loro bisogni e le loro esigenze in materia di qualità del prodotto. A tale fine, per garantire una materia prima d’eccellenza, il Paese ha intrapreso un percorso innovativo volto al miglioramento delle tecniche di produzione e di lavorazione del cacao”. “In tale contesto – aggiunge – l’Italia è considerata un partner commerciale privilegiato vista la lunga tradizione che vanta la sua industria dolciaria e cioccolateria”.

 

Potrebbero interessarti anche...