Wesley Snipes nei guai col fisco: lascia il carcere per i domiciliari

Los Angeles (California) – L’attore statunitense Wesley Snipes ha lasciato il carcere ed è tornato a casa agli arresti domiciliari. Snipes, che stava scontando, in una prigione federale statunitense, una pena di tre anni per evasione fiscale inflittagli i da un giudice federale nel 2008, dovrà restare nel regime dei domiciliari fino al 19 luglio. L’attore, 50 anni, ha sempre sostenuto di essere stato erroneamente condannato.

Snipes era in galera dal dicembre 2010 ed è stato membro di un gruppo che ha contestato al governo il diritto di riscuotere le tasse. I giudici statunitensi affermano che l’attore è riuscito a non presentare la dichiarazione dei redditi per almeno un decennio. Al Fisco deve milioni di dollari in imposte arretrate. Snipes ha recitato in decine di film, fra cui la trilogia ‘Blade’.

Potrebbero interessarti anche...