Categorie
cinema

Spike Lee: "Nei film americani non c'è la diversità presente negli Usa"

Park City (Utah) – Spike Lee alla prima del suo nuovo film 'Red Hook summer', presentato al Sundance film festival a Park City nello Utah, ha detto di essere frustrato per la scarsa diversità rappresentata dall'industria dello spettacolo. Lee ha detto ieri che "nelle alte sfere della televisione e degli studios è ancora il 1950. E' Eisenhower". Inoltre, ha sottolineato c'è ancora molto lavoro ancora da fare prima che l'industria cinematografica riesca a riflettere le diversità di razze degli Stati Uniti.

Spike Lee ha riportato i dati dell'ultimo censimento statunitense che metteno in luce che "gli americani bianchi saranno una minoranza entro il 2045 e forse anche prima" e che diversificare la forza lavoro "sarebbe di buon senso per il business" sia per le aziende in generale, sia per le società di intrattenimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.