Categorie
cinema

Le cose belle: trama e recensione del film

ROMA – I bravi documentaristi Agostino Ferrente e Giovanni Piperno si interrogano sulla realtà sociale e culturale di Napoli, scegliendo questa volta un punto di vista estremamente delicato e sofisticato dal quale guardare la sempre controversa e affascinante città partenopea.

Ne viene fuori “Le cose belle”, un affresco tutt’altro che scontato su una società, vista attraverso le storie di quattro ragazzi che volevano diventare ballerini, calciatori, o semplicemente avere una casa in centro. Appassiti ancora prima di sbocciare, i protagonisti si arrangiano come possono, vivendo all’interno di famiglie che ne impediscono un’evoluzione e una crescita autonoma.

Premiato a Taormina come miglior documentario, “Le cose belle” si mette dalla parte degli esclusi, regalando allo spettatore uno spaccato di vita di strada priva di vittimismo e pietà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.