Golden Globe, trionfo de “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino

Sorrentino_Globe

LOS ANGELES – “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino conquista il Golden Globe per miglior film straniero.

Dopo 25 anni l’Italia torna a vincere un Golden Globe grazie al talento di Paolo Sorrentino. Grande emozione per il regista che, come si legge su Il Corriere della Sera, ha commentato:

«Non mi è stato anticipato niente, è stata una grande emozione. Agli americani è piaciuta la libertà con cui è stato utilizzato il mezzo cinematografico e questa grande cavalcata dentro Roma, una certa umanità. Grazie Italia, questo è un Paese davvero strano ma bellissimo».

Nel frattempo il film si sta piano piano facendo strada verso la notte degli Oscar, di cui il 16 Gennaio prossimo saranno annunciate le candidature, e Paolo Sorrentino si gode il momento:

«Ero seduto accanto a Bono che si è mostrato molto felice del fatto che avesse vinto il nostro film».

Che differenze ci sono tra i Golden Globes e gli Oscar? A spiegarlo è il Corriere della Sera, che scrive:

“Golden Globes si differenziano dagli Oscar proprio per la scelta di differenziare i ruoli drammatici da quelli brillanti, una scelta che raddoppia le statuette assegnate ma che talvolta categorizza i film in maniera non del tutto accurata”

Ecco gli altri vincitori:

“Tra le attrici hanno vinto Amy Adams, migliore attrice brillante per «American Hustle», e Cate Blanchett, migliore attrice drammatica per la sua interpretazione in «Blue Jasmine» di Woody Allen, a cui è andato il premio alla carriera Cecile B. DeMille. Come di consueto Allen non era presente e a ritirare per lui il riconoscimento è stata Diane Keaton. «American Hustle» è stato il film che ha vinto di più, aggiudicandosi anche la statuetta alla migliore attrice non protagonista, Jennifer Lawrence, mentre il Globo d’oro al miglior regista è andato ad Alfonso Cuaron, che ha diretto Sandra Bullock e George Clooney in «Gravity». I giornalisti della Hfpa premiano anche la televisione e a vincere sono stati Breaking Bad, miglior serie drammatica, e Brooklyn Nine-Nine, miglior serie brillante”

 

In foto: Paolo Sorrentino con il produttore Nicola Giuliano (Instagram)

Potrebbero interessarti anche...