Catherine Zeta-Jones: Miglior cura bipolarismo? Staccarmi da internet

Los Angeles (California) – Catherine Zeta-Jones è stata lontana da internet dopo che il suo disturbo bipolare è diventato pubblico. I tanti commenti e le critiche hanno minacciato la sua guarigione indebolendo la fiducia in se stessa. La star di ‘Chicago’ ha stupito i suoi fan e i suoi ammiratori quando nell’aprile del 2011 è entrata in una struttura sanitaria nel Connecticut dove ha trascorso 5 giorni per un grave attacco di depressione. “La cosa più intelligente che ho fatto è stata smettere di andare on line”, ha detto l’attrice alla rivista ‘InStyle’. “E’ stato un periodo intenso, nel verso buono e in quello cattivo. Scopri chi sei veramente e con chi sei sposato. E scopri cose dentro di te che non hai mai immaginato”.

La moglie di Michael Douglas ha poi aggiunto che “non puoi sfuggire a quel che dice la gente, e questo è sempre doloroso”. Durante il ricovero e nei giorni seguenti, il marito le è stato vicino, motivo per cui ne sarà sempre riconoscente, anche se “sono un tipo di persona che guarda sempre al negativo e Michael non potrà mai capirlo fino in fondo, ma è il modo in cui sono io”, ha raccontato, sperando che la sua battaglia contro il bipolarismo possa spingere tanta altra gente che soffre di questa malattia a chiedere aiuto. “Non amo mettere in piazza i miei problemi, ma dato che la mia malattia è diventata di dominio pubblico, allora spero che possa servire a chi ne soffre a capire che si può controllare”.

Potrebbero interessarti anche...