Carlo Verdone: “Cinecittà non deve scomparire”

Carlo Verdone: "Darei tutto pur di fare uno de I Vitelloni"

ROMA – “Cinecittà ha della storia, deve resistere nel tempo, ha insegnato tanto e dobbiamo aiutarla. Sarà ridimensionata, vabbè, ma non deve scomparire. E’ un santuario del cinema e non va chiuso, è un simbolo che va preservato”. Lo ha detto Carlo Verdone a Palazzo Barberini a Roma nell’incontro “Il gioco serio dell’arte”, un’iniziativa di Il Gioco del Lotto-Lottomatica.

L’attore-regista ha aggiunto di aver voluto girare a Cinecittà il suo ultimo film, Sotto una buona stella perché “allo stato attuale ha ancora ottimi artigiani e ottimi creativi, che sanno lavorare molto bene, come hanno fatto su un grande appartamento, come quello in cui è ambientato il mio film. L’hanno costruito con grande gusto e amore anche perché il nostro era l’unico studio che stava lavorando su 20. Stavo lavorando in un cimitero monumentale, avevo davanti il teatro 5 di Fellini che era come un grande sarcofago. Ringrazio i lavoratori di Cinecittà che mi hanno dato il massimo”.

Potrebbero interessarti anche...