Categorie
benessere

La frutta migliore per te se soffri di pressione alta

Per contrastare la pressione alta, la frutta con effetto diuretico è un buon alleato. L’ipertensione è una malattia molto comune in cui il sangue esercita una pressione o una forza maggiore del normale sulle pareti delle arterie. Quando il sangue circola con molta resistenza, perché le arterie si restringono o c’è più contenuto pompato dal cuore, ecco che si verifica la pressione alta. Quando questa resistenza o questa forza è prolungata nel tempo, possono verificarsi danni al cuore e a tutto l’apparato cardiocircolatorio, alcuni anche gravi come infarto o ictus.

L’alimentazione gioca un ruolo fondamentale nella prevenzione della pressione alta. La prima regola è quella di eliminare o ridurre il più possibile il sale nella propria dieta. Ma anche scegliere i giusti cibi è molto importante per contrastare l’ipertensione. Per questo motivo, se prenderemo atto di quale tipo di frutta ci può essere utile per migliorare o prevenire l’ipertensione, potremo scegliere quelli che soddisfano tutte o alcune di queste caratteristiche

  1. Ridurre il contenuto generale di liquidi nel corpo, scegliendo i frutti con effetti diuretici.
  2. Ad alto contenuto di potassio, che aiuta a regolare l’equilibrio sodio / potassio e prevenire la ritenzione di liquidi.
  3. Migliorano la resistenza delle pareti delle arterie, grazie ad antiossidanti e flavonoidi.
  4. Aaumentano il contenuto di ossido nitrico, che agisce come un vasodilatatore e quindi abbassa la pressione sanguigna.

Leggi anche:  Perché il potassio è necessario nella tua dieta e sei alimenti in cui trovarlo

Agrumi, un aiuto contro la pressione alta

Tra la frutta che dovresti scegliere includiamo pompelmi, arance, limoni o mandarini, soprattutto perché hanno un alto contenuto di minerali e antiossidanti. Esistono infatti studi che suggeriscono che bere il succo di questi frutti aiuta a migliorare la salute del cuore, grazie soprattutto all’alto contenuto sia di flavonoidi che di acido citrico.

Kiwi e banana

Entrambi sono molto ricchi di potassio. Il kiwi contiene 312 mg per 100 grammi, mentre la banana è uno dei frutti più ricchi di potassio (358 mg per 100 grammi). Di solito è consigliabile assumerli al mattino.

Pressione alta, sì ad Albicocche e avocado

Ancora una volta, due frutti ricchi di potassio. Le albicocche ne contengono 259 mg per 100 grammi. L’avocado, non tutti lo sanno, contiene più potassio addirittura delle banane: 458 mg per 100 mg.

Frutti di bosco

Questi deliziosi frutti sono associati ad un alto contenuto di antiossidanti, come gli antociani, responsabili appunto del loro colore. Gli antociani aumentano il contenuto di ossido nitrico nel sangue, che aiuta a migliorare la resistenza dei vasi sanguigni.

Leggi anche:  Pressione alta, 20 cibi alleati contro l’ipertensione

Melone, la citrullina contro la pressione alta

Questo frutto che non manca nelle case italiane in estate contiene un amminoacido chiamato citrullina, che aiuta a produrre ossido nitrico. L’ossido nitrico provocherà vasodilatazione e rilassamento nei vasi e nelle arterie. Il melone ha anche un alto contenuto di liquidi che aiuteranno a migliorare la diuresi e quindi a ridurre l’ipertensione.

Melograno

Questo frutto è ricco di antiossidanti, ma anche di fibre, vitamine e minerali. Aiuta a ridurre i livelli dell’enzima di conversione dell’angiotensina. Può essere considerato un inibitore di questo enzima, allo stesso modo in cui agiscono alcuni farmaci antipertensivi.