Categorie
bellezza

Come rimuovere lo smalto semipermanente a casa: i passaggi corretti

ROMA – Togliere lo smalto semipermanente dalle unghie a casa è possibile, l’importante è seguire i consigli degli esperti in quanto è molto facile rischiare di rovinare l’unghia (e tutto il faticoso lavoro delle nostre estetiste e onicotecniche). Il periodo di isolamento e la chiusura temporanea di centri estetici e di nail specialist stanno mettendo a dura prova le nostre unghie. Lo smalto semipermanente inizia a rovinarsi e la ricrescita è già visibile. Il problema è che, molto probabilmente, ancora per alcune settimane non potremo andare dal nostro centro estetico di fiducia per sistemare le cose. Sebbene sia sempre sconsigliato rimuovere lo smalto semipermanente da sole, in questo momento così delicato può essere concesso, a patto però di seguire i consigli degli esperti per cercare di farlo nel modo corretto.

Per questo motivo, abbiamo chiesto consiglio a Jessica Barocco, estetista di successo a Roma nonché nostra onicotecnica di fiducia, che ci ha suggerito alcuni passaggi non rischiosi per riuscire a dare una sistemata alle nostre unghie da sole, in attesa di poter tornare dalla nostra nail specialist.

“Il problema principale – spiega Jessica Barocco – è che togliere lo smalto semipermanente da sole a casa, senza l’attrezzatura adeguata e senza esperienza, può portare a danneggiare l’unghia. Per questo motivo, è importante essere molto delicate, cercando di sistemare la situazione senza causare troppi danni”.

Quando notate che l’unghia inizia a sfaldarsi e lo smalto semipermanente salta, è giunto il momento di toglierlo. Per effettuare questa operazione senza danneggiare l’unghia, bisogna armarsi di pazienza e procedere con cautela.

Partiamo quindi dalle basi: “Innanzitutto -spiega Jessica Barocco – è necessaria una buona lima, meglio se di cartone e con grana sottile compresa tra 180 e 240 grit (il numero puoi leggerlo sulla lima, più è alto più la lima sarà delicata)”.

“Dovete iniziare a limare la superficie dell’unghia con delicatezza, in modo da eliminare il primo strato dello smalto semipermanente, ovvero la parte più lucida. Ora, sempre con molta delicatezza, potete procedere a limare il gel, sfiorando l’unghia, fino a togliere lo strato di colore, stando però attente a lasciare un sottile strato di semipermante. Si tratta di un passaggio fondamentale ma molto delicato in quanto, se non si è esperti, si rischia di limare troppo andando ad eliminare eccessivi strati di unghia”.

“Questo metodo è probabilmente il più sicuro se non si è esperti, in quanto mantenendo lo strato di semipermanente, non si va ad intaccare gli strati dell’unghia”.

Infine, l’ultimo passaggio: “A questo punto potete procedere ad applicare un qualsiasi smalto rinforzante, per tenere al sicuro l’unghia fino a che la vostra estetista potrà tornare a prendere in mano la situazione”.

Questo è probabilmente il metodo più semplice per togliere lo smalto semipermantente senza danneggiare troppo la situazione. Tuttavia, l’esperta spiega: “Togliere lo smalto semipermanente a casa non è una buona idea in quanto si rischia di fare danni all’unghia. Cerca di resistere il più possibile ma se aspettare non è più una opzione, inizia con accorciare l’unghia con la lima e, solo come ultima spiaggia, procedi nel rimuovere lo smalto semipermanente”.