Categorie
bellezza

A dieta senza rinunciare al gelato: si può fare

ROMA – A dieta senza rinunciare al gelato. Perché no? Del resto questo dolce ha gusto e poche calorie, almeno se paragonate al piacere che dà. Il gelato è più leggero di molti spuntini o fuori pasto che fanno gola, dalle pizzette alle patatine, dai biscotti alle torte: un cono con due palline di gelato alla frutta (circa 80 g) apporta 100 calorie, una coppetta sempre con due palline, ma di crema e cioccolato, ne apporta 180. Non molte, insomma. 

Inoltre il gelato ha anche qualche buona sostanza nutritiva: le proteine del latte, qualche vitamina nei gelati fatti con frutta fresca e sali minerali, ma anche calcio se si sceglie un gelato alle creme, a base di latte (cioccolato, nocciola, pistacchio…).

 Il sito Tgcom24 propone un programma alimentare a ridotto apporto calorico (circa 1.500 calorie giornaliere) che prevede il gelato tutti i giorni.  

Gelato come parte integrante del pasto principale

Colazione – Una tazza (200 ml) di latte scremato con caffè e dolcificante ipocalorico. Due fette biscottate con marmellata senza zucchero (un cucchiaino raso per ogni fetta).

Spuntino – Tre albicocche o una spremuta di arancia

Pranzo – Un toast al prosciutto (40 g di pane, 20 g di prosciutto cotto, 20 g di formaggio). Un gelato tipo stecco ricoperto al cioccolato oppure cono.

Merenda – Un vasetto di yogurt magro

Cena – Pasta con pomodorini e basilico (80 g di pasta, 100 g di pomodorini, un cucchiaio di olio extravergine di oliva).

Pesce spada alla griglia (150 g). Insalata verde (50 g) condita con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva.

Come merenda o spuntino 

Colazione – Una tazza (200 ml) di latte scremato con caffè o dolcificante ipocalorico. Pane (30 g) e un cucchiaino di marmellata senza zucchero.

Spuntino – Una pesca

Pranzo – Pasta fredda (80 g) con pomodorini (100 g), mozzarella, capperi (un cucchiaio), origano e basilico, condita con un cucchiaio di olio extra vergine d’oliva.

Insalata mista (200 grammi) condita con un cucchiaino d’olio e una spruzzata di aceto o limone.

Merenda – Un gelato tipo biscotto

Cena – Prosciutto sgrassato (50 g) con 3 fette di melone. Pomodori (200 grammi) conditi con un cucchiaino di olio e basilico; pane (30 g).

 

Per dessert a pranzo

Colazione – Uno yogurt magro con un cucchiaino di mandorle tritate e uno di miele.

Spuntino – Tre albicocche

Pranzo – Fusilli (80 g) con pomodorini (100 g) e un cucchiaio di olio extravergine di oliva. Insalata mista (200 g) con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva, aceto o limone.

Un gelato tipo sorbetto o ghiacciolo alla frutta.

Merenda – 200 g di ciliegie

Cena – Couscous (60 g) con zuppa di pesce (200 g di pesce da zuppa, 100 g tra crostacei e molluschi, 100 g di tra crostacei e molluschi, 100 g di salsa di pomodoro, un cucchiaio di olio extravergine di oliva). Melanzane grigliate (120 g) con un cucchiaio di olio extravergine di oliva; pane (30 g).

 

Come dopo cena

Colazione – Latte scremato (200 ml) con caffè e dolcificante ipocalorico. Due fette biscottate con marmellata senza zucchero.

Spuntino – Ananas (150 g)

Pranzo – Pasta (70 g) con zucchine, pomodorini e un cucchiaino di olio extra vergine di oliva. Petto di pollo (100 g) cotto con peperoni (150 g), basilico, un cucchiaino di olio extravergine di oliva e un bicchiere di brodo.

Insalata verde (50 g) con un cucchiaino di olio extravergine di oliva.

Merenda – Una spremuta d’arancia

Cena – Mozzarella light (125 g) con 200 g di pomodori; pane (30 g). Un gelato tipo tartufo

1 risposta su “A dieta senza rinunciare al gelato: si può fare”

Si parla tantissimo di diete oggigiorno. Ce ne sono di tutti i tipi: vegetariana, vegana, Dukan, mediterranea, del DNA, di questo, di quello… La dieta, o meglio, l’alimentazione giusta per noi stessi non ce la possono scrivere dietologi o nutrizionisti, ma solo noi stessi. Se ognuno di noi imparasse ad ascoltare esclusivamente il nostro corpo e quello che il nostro organismo necessita allora non ci sarebbero problemi di sovrappeso oppure di obesità. Saper distinguere la vera fame dalla gola è la chiave per mantenere un corpo sano ed in forma. Se volete imparare ad ascoltare il vostro corpo venite sul nostro sito, dove troverete quello di cui avete bisogno 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.