Categorie
attualità

Yemen, bimba di 8 anni morta per lesioni: autorità locali negano

SANA’A (YEMEN) – La storia della bimba di 8 anni morta per lesioni interne durante la prima notte di matrimonio con suo marito cinque volte più grande è stata smentita dalle autorità della provincia di Hajja, nello Yemen settentrionale. Le autorità hanno negato in maniera netta la storia apparsa su moltissimi siti affermando che  la bambina di nome Rawan è viva, non è sposata e vive ancora a casa dei genitori. 

Un ufficiale ha dichiarato al sito Gulf News“Quando ho sentito la notizia, ho contattato subito il padre della ragazza. È venuto in caserma con la figlia ed ha negato sia il matrimonio che la morte della figlia. Ho qui la foto della ragazza e la mostrerò a chiunque voglia vederla.” L’ufficiale ha aggiunto che la bambina ha 8 anni ed il padre è sulla quarantina.

SEYAJ Organisation for Childhood Protection, una organizzazione non governativa, conferma quanto affermato dall’ ufficiale. “Mi sono messo in contatto con il capo delle indagini criminali del posto e tutti hanno negato che la bambina sia morta,” ha detto Al Qurishi, il capo dell’organizzazione.

I dubbi però restano. Il giornalista che per primo ha riportato la storia della morte della piccola Rawan racconta di essere pronto a confermare quanto scritto due giorni fa. I vicini della famiglia della presunta vittima sarebbero pronti a confermare la storia. “Sono pronti a confermare tutto quanto quello che è stato riportato,” ha detto il giornalista Mohammed Radman.

Nell’articolo Radman ha riportato che la piccola Rawan è morta la prima notte di matrimonio per lesioni interne causate da lacerazioni ai genitali.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.