Figlio confessa al padre di essere gay, lui lo picchia

denuncia Gaylib

CATANIA – Un ragazzo di 29 anni ha denunciato all’associazione ‘GayLib’ Sicilia di essere stato picchiato dal padre dopo aver detto ai genitori di essere omosessuale. Lo ha reso noto il coordinatore di ‘GayLib’, Sandro Mangano. Dopo l’aggressione, avvenuta venerdì scorso, il ragazzo si è rivolto alla sede etnea dell’associazione, rilasciando in un video amatoriale una intervista in cui è ripreso di spalle mentre racconta l’accaduto.

Dopo avermi insultato senza motivo – racconta il giovane in lacrime – mio padre si è avventato contro di me prendendomi a pugni in facciacon rabbia. Mi sono passati tanti pensieri per la testa e quello più triste è stato immaginarmi completamente solo e rinnegato da quella famiglia che amavo ed amo”.

La reazione del padre è arrivata pochi giorni dopo il coming out del figlio. “All’inizio – racconta ancora il 29enne – mi sentivo inadeguato e sbagliato. Poi ho trovato la forza di confidare ai miei genitori ciò che sono realmente. In un primo momento la loro reazione mi è sembrata di indifferenza ma vedevo che soprattutto mio padre si allontanava da me. Non c’era dialogo”. Pochi giorni dopo è avvenuta l’aggressione.

Il coordinatore regionale di ‘GayLib’ ha detto al giovane che in caso di denuncia il movimento gli sarebbe stato vicino ma per il momento il 29enne non intende adire le vie legali.

 

Fonte: Adnkronos

 

 

 

Potrebbero interessarti anche...