Pakistan, amanti uccisi a lapidate: "Traditori, coppia illecita"

Pakistan, amanti uccisi a lapidate: “Salvato l’onore dei coniugi”

17 Febbraio 2014 - di Claudia Montanari

LORALAI (PAKISTAN) – Erano una coppia di amanti e per questo sono stati lapidati a morte.



Un uomo e una donna sono stati lapidati a morte dopo la fatwa decisa da un religioso a causa della loro relazione “illecita”. L’episodio è avvenuto in un villaggio di Loralai, nella provincia del Beluchistan. A decretare la fatwa, quindi la terribile punizione, sarebbe stato il muftì, per salvare l’onore del marito abbandonato dalla traditrice.

Entrambi sposati, entrambi quindi considerati traditori, sono stati uccisi a colpi di pietre nel villaggio di Mankzai.

Il muftì che ha emesso la fatwa religiosa è stato arrestato, insieme ad altri sei uomini, accusati di aver lapidato la coppia. Tra le persone fermate, secondo la tv Dunya, c’è anche il fratello della donna.

Dopo la lapidazione l’uomo è stato sepolto nel suo villaggio di Kototi mentre la donna nel villaggio di Manzkai.