Categorie
attualità

Maturità 2014, prima prova, tracce: Quasimodo, Renzo Piano, violenza…

ROMA – Esame di maturità 2014 al via: ecco le tracce della prima prova. Quasi 500 mila studenti mercoledì 18 giugno si sono trovati tra i banchi di scuola ad affrontare la prima prova dell’esame di maturità 2014. Salvatore Quasimodo è stato scelto come autore per l’analisi del testo della prima prova.

Per il saggio breve, invece, le tracce scelte sonoViolenza e non violenza nel ’900e “Tecnologie pervasive e nuove responsabilità”.

Per quanto riguarda il tema storico, l’argomento scelto è il centenario della Prima Guerra Mondiale, il “confronto dell’Europa tra il 1914 e il 2014”.

Infine, come tema di attualità, vi è una riflessione dell’architetto Renzo Piano: “Siamo un Paese straordinario ma fragile”.

TIPOLOGIA DI TRACCE – Le tracce saranno di quattro diverse tipologie: analisi e commento del testo letterario, saggio breve o articolo di giornale, tema storico o di attualità.

TRACCIA ANALISI DEL TESTO – Salvatore Quasimodo è l’autore scelto per l’analisi del testo. La poesia scelta per la prima prova della maturità è “Ride la gazza, nera sugli aranci” (per leggere la poesia e l’analisi del testo svolta CLICCA QUI)

TRACCIA TEMA STORICO – Il centenario della Prima Guerra Mondiale sarà il tema in cui si cimenteranno gli studenti che sceglieranno di svolgere il tema storico nella maturità del 2014.

TRACCIA TEMA ATTUALITA’ – Per il tema di attualità a sorpresa spunta la riflessione su una frase dell’architetto Renzo Piano:

“Siamo un Paese straordinario ma fragile”.

Una frase che forse non si aspettava chi in questi giorni di toto-tracce puntava tutto sull’alluvione in Sardegna, il caso Expo 2015 e il decimo anniversario di Facebook, social network lanciato da Mark Zuckerberg.

TRACCIA SAGGIO O ARTICOLO DI GIORNALE – Sono quattro le tracce proposte per l’articolo di giornale o saggio breve tra cui gli studenti potranno scegliere:

– Il tema del dono nell’arte;

– La violenzae la non violenza;

– Le nuove responsabilità sotto il profilo socio-economico;

– La tecnologia pervasiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.