Categorie
attualità

Jamie Vardy, moglie Rebekah wag orgogliosamente imperfetta FOTO

LEICESTER – Rebekah Vardy, 35 anni, è una wag non convenzionale, per molti inglesi la più sfacciata di sempre. Lo scorso anno si è sposata con Jamie Vardy, attaccante del Leicester City, ma una parte della tifoseria non ha mai gradito il fatto che oltre ad essere avvenente abbia anche una buona dose di spirito critico. Ha fatto quattro figli con tre uomini diversi. E’ nata in una famiglia umile e ha alle spalle un’adolescenza tutta da dimenticare.

Poco importa che l’unico ad avere scheletri nell’armadio sia Jamie (dopo una colluttazione in un pub, è stato costretto per circa sei mesi ad avere un braccialetto elettronico). Tra le colpe della signora Vardy c’è quella di non essere tornata alla taglia 42 subito dopo il parto, così come avviene nella maggior parte dei casi per le consorti degli altri calciatori.

Chi pensa che Rebekah sia rimasta ferita dagli insulti miranti a rimarcare la sua imperfetta forma fisica rimarrà deluso. In passato ha superato difficoltà maggiori. Tanto il difficile rapporto con i genitori divorziati quanto la mancanza di una stabilità economica l’hanno costretta a mantenersi da sola, senza poter portare avanti i suoi studi. Non rinnega gli errori compiuti nel passato, soprattutto in campo sentimentale, ma dopo le nozze con il calciatore ha deciso di ripartire da zero, lasciandosi tutto alle spalle.

Le persone mi giudicano, ma non hanno idea di ciò che è stata la mia vita ha detto Rebekah –  del perché mi sono sposata a 19 anni, perché mia madre non è venuta al mio matrimonio e perché sono rimasta incinta giovane. Di solito non parlo di queste cose perché odio che la gente pensi che sto cercando compassione, quindi ignoro tutto e vado avanti”. Nel suo passato ci sarebbero anche presunti abusi sessuali subiti all’età di 13 anni da un amico di famiglia. “Volevo diventare di giaccio ogni singola volta, ero terrificata. Non sapevo cosa fare”, ha rivelato recentemente.

Il grasso eccessivo è l’ultimo problema della famosa mamma wag, che a malapena ha tempo di leggere le mail che riceve. Si dice orgogliosa di come il suo corpo è cambiato dopo 4 figli e a distanza di due mesi dall’ultimo parto ha voluto posare in lingerie, mostrando con disinvoltura le sue forme post gravidanza. Un gesto poco gradito ai tifosi della squadra di suo marito, che l’hanno ricoperta di insulti. “Mi hanno detto che le mie cosce erano grasse, che non potevano credere che stessi con Jamie, perché ero enorme. Avevo appena partorito, era normale”, ha spiegato Rebekah al Sun.

Gli insulti più pesanti sono però arrivati dopo l’esonero di Ranieri dal Leicester. Secondo alcuni rumors, rivelatisi successivamente infondati, Vardy  e alcuni suoi compagni di squadra avrebbero partecipato a una riunione con la società per spingerla a sollevare dall’incarico il tecnico. A subire le conseguenze di questa situazione è stata anche Rebekah: le hanno persino augurato di partorire un feto morto quando ancora era incinta. Una maledizione davanti alla quale si rimane difficilmente impassibili. Ma si sa, nell’universo social i webeti sono sempre dietro l’angolo.

Silvia Di Pasquale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.