Carlo Cracco protagonista cattivissimo di Hell’s Kitchen

"Chef's Table", a tavola con i più grandi cuochi italiani

ROMA – Il 17 aprile alle 21.10 sbarca su Sky Uno la prima edizione italiana di Hell’s Kitchen, uno dei maggiori successi nel mondo dei grandi cooking show di intrattenimento. Chi si è appassionato all’edizione americana, portata al successo da Gordon Ramsay, non può perdere le avventure dei 16 cuochi italiani guidati e giudicati da una vera e propria “superstar della cucina”, Carlo Cracco.

I 16 concorrenti italiani sono divisi in due squadre, una composta da otto donne, l’altra da otto uomini, pronti a sostenere difficili prove di cucina a un ritmo altissimo pur di arrivare in fondo e conquistare l’ambito premio finale, diventare l’executive chef di un esclusivo resort.

Ogni puntata i cuochi saranno dapprima impegnati in una sfida di abilità per determinare chi otterrà una ricompensa e chi, in caso di sconfitta, una punizione, che consisterà in lavori duri, noiosi e, perché no, a volte anche umilianti. Terminato questo momento, i concorrenti dovranno subito prepararsi al servizio, ossia dovranno preparare la cena per i clienti del ristorante di Hell’s Kitchen, che ospita circa 70 persone: metà di queste sarà servita dalla squadra delle donne, l’altra metà dalla squadra degli uomini.

Per questo motivo la cucina di Hell’s Kitchen è divisa in due parti contraddistinte da due colori diversi: rossa per le donne, blu per gli uomini. Il servizio è il momento più importante del programma e il pubblico a casa, grazie alle telecamere che spazieranno all’interno delle cucine e tra i tavoli, potrà assistere ai passaggi salienti: arrivo delle comande, pietanze sul fuoco, agitazione e ansia per la preparazione, momenti di sconforto, litigi tra i cuochi, commenti dei clienti seduti ai tavoli.

Potrebbero interessarti anche...