Voglia di dolci la notte: può dipendere da…

voglia-zucchero-notte-insonnia

Sei colpita spesso da voglie di dolci durante la notte? Una possibile spiegazione può arrivare dalle mancate ore di sonno. Secondo i ricercatori della Michigan State University l’insonnia potrebbe avere degli effetti negativi anche sulla salute dei nostri denti, proprio perché ci spinge a desiderare cibi dolci. La riduzione di sonno è causa già il giorno seguente che non si chiude occhio di stanchezza, deficit di concentrazione e di memoria, disturbi dell’umore. Una riduzione di sonno cronica, inoltre, contribuisce ad obesità, diabete, ipercolesterolemia, depressione ed è tra le cause di disturbi quali infarto e ictus.

Il sonno è uno stato estremamente complesso e ancora poco compreso, rendendo difficile per gli scienziati scoprire come un cattivo riposo influisca sulle nostre papille gustative. Ma gli studiosi hanno riscontrato che la carenza di sonno può attivare una regione del cervello che si “accende” quando consumiamo cibi dolci, affermano i ricercatori.

Per determinare come il sonno influisca sulle voglia di zucchero, gli studiosi hanno coinvolto nella loro ricerca le abitudini di 51 uomini sani che hanno affermato di dormire bene. Questi ultimi hanno indossato degli elettrodi mentre riposavano per due notti consecutive. Gli elettrodi misuravano l’attività elettrica del cervello. I giorni seguenti, i partecipanti sono andati in laboratorio dove hanno assaggiato tra 14 e 18 soluzioni zuccherine, che hanno poi valutato in ordine di preferenza. I risultati hanno rivelato che più diminuiva il loro sonno, più è aumentato il desiderio di zucchero e dunque di dolci.

Altre ricerche suggeriscono che la mancanza di sonno potrebbe essere responsabile di un aumento del 15% di desiderio per i cibi dolci nelle donne. Lo scarso sonno è anche legato al rilascio del cortisolo da ormone dello stress, che è associato a mangiare di più, in particolare proprio nelle donne.

I disturbi del sonno sono diffusi e in aumento tra i giovani. Lo rivela un’indagine pubblicata sul Journal of Sleep Research secondo cui ben il 34,2 per cento delle studentesse (circa una su 3) e il 22,2 per cento dei maschi (oltre uno su 5) soffrono di insonnia. Troppo sonno o troppo poco riposo sono due condizioni legate a maggior rischio di malattie cardiovascolari e di morte. Fonte: Daily Mail e Ansa.

Potrebbero interessarti anche...