Salute

Tumore alla bocca, ecco i segnali da non sottovalutare

ROMA – Attenzione alle ferite in bocca: se entro una quindicina di giorni non guariscono potrebbero essere il segnale di qualcosa di grave, come un tumore al cavo orale. Proprio le ulcere, i noduli e le escrescenza in bocca, infatti, sono alcuni dei modi in cui si manifesta questo tipo di cancro, spiega Adriana Bazzi sul Corriere della Sera.

Il tumore del cavo orale rappresenta circa l’8% di tutte le neoplasie in Italia, ma è la terza causa più frequente di morte per cancro. Se, però, viene diagnosticato allo stadio iniziale ci sono fino al 90% di possibilità di restare in vita e le cure costano solo 300 euro, mentre se il tumore viene scoperto quando è in fase avanzata, le probabilità di sopravvivenza sono del 15% per cento e le spese per curarlo risultano in media di 5.991 euro a malato.

Ma quali sono i fattori di rischio? Lo ha spiegato Enrico Gherlone, primario di Odontoiatria all’Ospedale San Raffaele di Milano ad Adriana Bazzi:

“Al primo posto si colloca il tabagismo. I fumatori hanno un rischio di sviluppare questo tumore cinque volte maggiore rispetto a chi non fuma. Poi c’è l’alcol, e soprattutto i superalcolici. Entrambi questi due fattori, se associati, si potenziano a vicenda. Ecco perché l’incidenza del carcinoma orale è più elevata in certe zone d’Italia come il Nord-Est dove, peraltro, esiste anche una maggiore sorveglianza epidemiologica. Un’altra causa, meno frequente, è rappresentata da protesi o corone dentarie che, quando sono mal fatte, possono provocare infiammazione cronica che a sua volta rappresenta un fattore di rischio. Oggi si ritiene che possano avere un ruolo anche le infezioni da papillomavirus (già riconosciuto come responsabile di tumore della testa e del collo, ndr ). Anche una dieta povera di frutta e verdura può avere un’influenza negativa”.

 

 

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.