5 integratori che aiutano ad abbassare la pressione alta

Pressione alta, il fattore di rischio da non sottovalutare

Quando vengono assunti come parte di uno stile di vita sano, alcuni integratori alimentari possono aiutare a ridurre la pressione alta.

L’ipertensione è un problema molto comune. Secondo gli ultimi dati, la pressione alta colpisce un italiano su tre. Si tratta di una condizione da tenere sotto controllo in quanto può danneggiare il cuore, i vasi sanguigni e i reni, portando a infarti, insufficienza cardiaca, ictus e malattie renali croniche.

Secondo l’Istituto Superiore di Sanità, alcuni cambiamenti nello stile di vita rappresentano il modo migliore per gestire la pressione alta. L’ISS consiglia:

  • seguire una dieta sana ed equilibrata
  • ridurre il consumo di sale
  • praticare regolare esercizio fisico
  • mantenendo un peso moderato
  • limitare il consumo di alcol
  • smettere di fumare, se possibile
  • gestire i livelli di stress

La ricerca ha dimostrato che alcuni alimenti e integratori alimentari possono aiutare a ridurre la pressione alta.

È importante sottolineare, tuttavia, che la base delle prove scientifiche è ancora debole. Ad oggi, gli scienziati hanno effettuato solo un numero limitato di studi, quindi non è possibile essere sicuri al 100% che gli integratori possano aiutare chi soffre di pressione alta.

Inoltre, gli integratori non vanno mai sostituiti alla sana alimentazione e all’eventuale uso di farmaci prescritti dal proprio medico.

Tuttavia, i seguenti integratori potrebbero aiutare a ridurre la pressione sanguigna:

Potassio

Il potassio è un minerale che il nostro organismo utilizza per far funzionare correttamente il cuore, i reni e altri organi. Contrasta gli effetti del sale nel sangue e allenta la tensione nelle pareti dei vasi sanguigni, così da abbassare la pressione sanguigna.

Puoi aumentare l’assunzione di potassio assumendo cibi che ne sono ricchi come avocado, banane, latte, yogurt, funghi, patate, pomodori e tonno.

CORRELATO: Pressione alta, riducila con il potassio: cosa mangiare.

Tuttavia in alcuni individui -come chi soffre di disturbi renali- troppo potassio farà più male che bene. Per questo motivo, se stai pensando di assumere integratori di potassio è importante che tu chieda prima consiglio al tuo medico.

Omega 3

Gli acidi grassi Omega-3 sono molto importanti per la salute dei nostri vasi sanguigni. La ricerca suggerisce che possono aiutare anche ad abbassare la pressione alta.

I pesci grassi come salmone, sgombro, aringhe e sardine sono ricchi di omega-3. Altre buone fonti di questo grasso buono sono frutta secca e semi oleosi come semi di chia.

Alcuni individui non assumono abbastanza cibi ricchi di omega-3 e quindi scelgono di assumere integratori. L’olio di pesce, l’olio di krill e l’olio di fegato di merluzzo sono disponibili nelle farmacie e nei negozi di alimentari. In alternativa, l’olio di alghe è estratto dalle alghe ed è adatto a vegetariani e vegani.

Probiotici

I probiotici sono microrganismi vivi, come batteri e lieviti. Aiutano nel corretto equilibrio di batteri buoni nell’intestino. Alcuni studi hanno dimostrato che possono aiutare ad abbassare la pressione alta.

Puoi assumere probiotici attraverso cibi fermentati come yogurt o integratori alimentari. Questi prodotti potrebbero contenere diversi tipi di probiotici, ognuno dei quali con un effetto diverso.

Alcuni dei più comuni sono i batteri Lactobacillus e Bifidobacterium e il lievito Saccharomyces boulardii .

Lo studio dei batteri intestinali è un’area scientifica nuova. Per questo motivo, i ricercatori non sono ancora sicuri di quali microrganismi siano i migliori per abbassare la pressione alta o in quali dosaggi andrebbero assunti.

Hibiscus sabdariffa

L’ibisco sabdariffa, o karkadè, è un tipo di ibisco. Viene usato come medicina naturale da molti anni e può essere consumarlo come integratore o tè.

Gli autori di una revisione del 2015 di vari studi disponibili, hanno concluso che il consumo di questa pianta sotto forma di tè potrebbe abbassare la pressione sanguigna.

Tuttavia, i ricercatori devono svolgere ulteriori studi prima di poter essere sicuri del funzionamento o di quanto se ne possa bere.

CORRELATO: Pressione alta, 6 diuretici per regolarla in modo naturale.

Calcio

Il corpo umano ha bisogno di calcio per costruire le ossa e far coagulare il sangue, i muscoli e il battito cardiaco. È un minerale essenziale.

Una revisione del 2015 ha rilevato che un aumento dell’assunzione di calcio potrebbe contrastare l’ipertensione, anche se solo lievemente.

Il calcio può essere assunto attraverso l’alimentazione. Gli alimenti più ricchi di questo nutriente sono latte, yogurt, formaggi, verdura a foglia verde e pesce azzurro.

Per coloro che non assume abbastanza calcio con la dieta, sono disponibili integratori di calcio nelle farmacie, nei negozi di alimentari e online.

Potrebbero interessarti anche...