Categorie
Salute

Pancia gonfia, rimedi detox: la tisana che la contrasta

ROMA – Quando si ha la pancia gonfia si può andare incontro a diversi fastidi che minano il nostro benessere in quanto spesso il gonfiore addominale è legato a difficoltà nella digestione, colite o stitichezza. I ritmi frenetici della vita di oggi, lo stress, abitudini alimentari errate, il consumo di pasti irregolari e frettolosi, alimenti confezionati piuttosto che freschi sono gli artefici di molteplici disturbi a carattere digestivo e, soprattutto, della pancia gonfia.

Se durante la giornata accusiamo una certa irregolarità intestinale accompagnata da insopportabile gonfiore addominale dobbiamo subito ricorrere ad un rimedio efficace. A tal proposito, una tisana detox alla malva può essere un’ottima scelta per depurare l’organismo dopo gli stravizi delle feste e per sgonfiare la pancia. La malva, infatti, ha proprietà detox. I fiori e in particolare le foglie della malva sono ricche di mucillagini, che conferiscono alla pianta proprietà emollienti e depurative in quanto favoriscono la peristalsi e di conseguenza la depurazione dell’organismo.

Non solo, la malva vanta anche di una leggera azione lassativa, non invasiva e molto delicata, dovuta proprio alla capacità delle mucillaggini di formare una sorta di gel che agisce meccanicamente sulle feci e quindi agevolandone l’eliminazione. Ciò rende questa pianta perfetta per depurare il colon e l’organismo dalle scorie in eccesso e, quindi, contrastare la pancia gonfia.

Preparare una tisana alla malva è molto semplice. Per fare un decotto, servono 1 cucchiaio raso di foglie e fiori di malva (reperibili in erboristeria o negozi specializzati) e dell’acqua. Versare foglie e fiori in acqua fredda dentro a un pentolino, portare ad ebollizione e far bollire per qualche minuto. Spegnere il fuoco e lasciare in infusione per almeno 10 minuti. Filtrare e bere.

Per ottenere la migliore estrazione di mucillagini, invece, è meglio macerare a freddo 10-15 grammi di fiori e foglie sminuzzate lasciate a macerare in acqua fredda per almeno 5 ore.