4 nutrienti essenziali che non devono mancare nella tua dieta

4 nutrienti essenziali che non devono mancare nella tua dieta

22 Marzo 2021 - di Silvia

Ci sono una serie di nutrienti essenziali che dovrebbero far parte della tua dieta, come ricordano gli esperti di Harvard.

Una carenza di questi nutrienti potrebbe influenzare diversi aspetti della salute, dai denti alle ossa, al cuore, all’intestino, ai muscoli, alla pressione sanguigna, al peso e altro ancora.

Secondo le “Dietary Guidelines for Americans 2020–2025” ci sono quattro componenti dietetici la cui carenza è da considerarsi un problema per la popolazione americana.

I 4 nutrienti che non dovrebbero mancare nella dieta.

I nutrienti sono il calcio, il potassio, la fibra alimentare e la vitamina D, (quest’ultima diventata protagonista del momento per via della sua importanza per il sistema immunitario).

Le fonti alimentari di calcio, ovvero latte e latticini, devono essere l’opzione di prima scelta. I supplementi sono più indicati per i soggetti a rischio.

Il potassio è presente in cibi quali fagioli e piselli (circa 1.300 mg/100g) o noci (circa 600 mg/100 g). Ricordate che il processo di trasformazione riduce la quantità di potassio in molti prodotti alimentari.

Come evidenziato da uno studio pubblicato sulla rivista Lancet, il consumo regolare di fibre alimentari e cereali integrali si associa a minor rischio di sviluppare malattie quali diabete, cancro, infarto e ictus. 

Per molto tempo abbiamo pensato che la vitamina D potesse essere acquisita solo attraverso la luce solare.

Ma anche il cibo è una buona fonte di questo nutriente, essenziale per la nostra salute.

Leggi anche: Vitamina D, quali alimenti mangiare per assumerla.

Una giusta esposizione solare e una quantità corretta di vitamina D negli alimenti può essere una giusta strategia per evitare la supplementazione.

In alcuni casi e periodi dell’anno il ricorso agli integratori può diventare necessaria ed è fondamentale consultarsi costantemente con il proprio medico.

Per prevenire il deficit di vitamina D è consigliabile fare una passeggiata tutti i giorni al sole, consumare cibi come latticini e uova.

Così come il pesce, variando le qualità in cui è più presente la vitamina D: tonno, trota, merluzzo, anguilla.

 

Tags