Categorie
Salute

Mangiare in fretta fa ingrassare, uno studio lo conferma

Mangiare troppo velocemente fa ingrassare. A confermare questa tesi piuttosto conosciuta è uno studio dell’Università di Roehampton e dell’Università di Bristol. I ricercatori hanno potuto constatare he coloro che mangiano velocemente sono più esposti al sovrappeso e tendono a ingrassare di più.

Per arrivare a questa conclusione, gli studiano hanno analizzato un campione di circa 800 londinesi, adulti e bambini. I partecipanti hanno risposto a un questionario relativo alle loro abitudini alimentari e le loro condizioni di forma fisica. Lo studio è visibile sulla rivista Clinical Obesity.

Leggi anche: Cibi che eviti perché pensi ti facciano ingrassare e invece non è così

Mangiare velocemente fa ingrassare, lo studio nel dettaglio

Innanzitutto, secondo i risultati, non sembra esserci differenza tra adulti e bambini. Entrambe le categorie sono soggette al sovrappeso e a un indice di massa corporea maggiore nel caso in cui siano abituate a mangiare in fretta.

Cosa chiedeva il questionario? I ricercatori hanno chiesto ai partecipanti di annotare le proprie caratteristiche fisiche come età, conferenza della vita, peso, indice di massa corporea. Poi, hanno chiesto di valutare il proprio ritmo nel mangiare, da molto lento a molto veloce. Ebbene, chi ha risposto di mangiare più velocemente risultava anche con un girovita maggiore e un più alto IMC (indice di massa corporea).

La Dott.sa Leigh Gibson, autrice principale dello studio, ha commentato:

“Precedenti studi hanno analizzato l’associazione tra consumo di cibo in fretta e incremento delle calorie ingerite focalizzandosi unicamente sui bambini. Ad ogni modo, riconoscendo l’impatto su adulti e bambini siamo stati capaci di smontare la credenza che gli adulti sono immuni dall’effetto del mangiare in fretta sull’obesità che è stato definito per i bambini”.

Come sottolinea la Dott.ssa, riuscire a mangiare meno velocemente può essere molto utile per combattere l’obesità e il sovrappeso. E può essere utile se non vogliamo ingrassare.

“Le linee guida per la prevenzione dell’obesità nei bambini e negli adulti devono essere riviste affinché prendano in considerazione non solo le tipologie, la qualità e la quantità del cibo consumato, ma anche la velocità di consumo. Rallentando e allungando i tempi dei nostri pasti possiamo mantenere il girovita e l’IMC sotto controllo”.