Latticini: perché se sei raffreddato non dovresti mangiarli

Raffreddore, febbre, influenza: rimedi naturali per combatterli

ROMA – Se sei raffreddato non dovresti mangiare latticini. Se siete stati colpiti da tosse e raffreddore, sappiate che sarebbe meglio stare alla larga da latticini: vi sveliamo perché. 

Non tutti lo sanno ma in caso di malanni di stagione come tosse o raffreddore, esistono alcuni alimenti a cui dovremmo stare lontani. Tra questi, troviamo i latticini. Il motivo? Il latte, ma soprattutto i derivati del latte come formaggi, burro, panna, yogurt, incrementano la formazione di muco, causando irritazioni alle vie respiratorie.

A sostenerlo è Linda Page, esperta che ha pubblicato il libro Diets for Healthy Living, secondo cui il latte non solo aumenta il catarro, ma provoca anche la sua stagnazione, contribuendo ad una durata maggiore dei sintomi.

I latticini però non sono gli unici alimenti che andrebbero evitati in caso di catarro e malanni di stagione: gli esperti consigliano anche di evitare dolciumi industriali e bibite gassate. Questo perché, essendo particolarmente ricchi di zucchero, questi alimenti indeboliscono il sistema immunitario e rendono difficile la digestione. Senza considerare che spesso sono anche cibi ricchi di grassi quindi, oltre a far male alla salute, possono nuocere anche alla dieta.  Se siete colpiti da tosse e raffreddore, sostituiteli con frutta secca, come mandorle, noci e noccioline, ma anche uvetta, datteri e fichi.

In caso di malanni di stagione, sarebbe bene sostituire la carne con legumi, frutta e verdura, non solo per fare il pieno di vitamine ma anche perhé i grassi animali ostacolano la naturale capacità dell’organismo di eliminare i germi che provocano il raffreddore e l’influenza. Via libera a spremute e centrifugati vegetali per fare il pieno di vitamina C e sali minerali.

Non dimenticate infine i rimedi naturali: noi ne abbiamo consigliati ben 5!

Potrebbero interessarti anche...