Feste natalizie nemiche della linea: colesterolo +20%

Feste natalizie nemiche della linea: colesterolo +20%

ROMA – Da Natale a Capodanno all’Epifania, il cibo abbonda sulle tavole degli italiani. Ci si ritrova con amici e parenti e la dieta diventa solo un ricordo. Non solo mangiamo molti più dolci, ma anche carni, formaggi, in generale cibi grassi.

Poi a gennaio parte la corsa in palestra e si cerca di riparare ai “danni”. Bisogna fare attenzione perché le grandi abbuffate tipiche delle festività natalizie possono far aumentare il girovita, ma anche il colesterolo. Subito dopo la pausa natalizia, infatti, i suoi livelli sono superiori del 20% rispetto all’estate. E il rischio di avere il colesterolo alto è sei volte maggiore dopo la pausa natalizia.

Secondo l’analisi condotta dall’Università di Copenaghen, pubblicata sulla rivista scientifica Atherosclerosis, che ha coinvolto circa 25mila danesi, dopo le feste il colesterolo si innalza di un quinto per nove persone su dieci.

“Il nostro studio mostra che i livelli di colesterolo sono influenzati dal cibo grasso che consumiamo quando festeggiamo il Natale. Il fatto che così tante persone abbiano valori alti di colesterolo subito dopo le vacanze di Natale è molto sorprendente”, dice Anne Langsted, una delle ricercatrici che ha condotto lo studio.

Secondo gli analisti, davanti a valori del genere dopo le feste si dovrebbe prendere in considerazione un’altra valutazione successiva, da fare con il trascorrere nell’arco dell’anno.

Potrebbero interessarti anche...