Dimagrire, 5 cibi da limitare al massimo

Dimagrire, 5 cibi da limitare al massimo

Dimagrire e perdere peso quando si è in sovrappeso è fondamentale per la salute. I chili di troppo potrebbero gravare sulla memoria, almeno quella delle donne, come sottolineato da uno studio della University of California. Dimagrire e non riprendere peso può eliminare diabete se la condizione è in una fase ancora reversibile. Perdere chili riduce il rischio di cancro al seno nelle donne over-50 che sono in sovrappeso o obese: più chili di troppo si eliminano, più il rischio si riduce. La dieta gioca un ruolo fondamentale. Vediamo alcuni cibi che dovremmo limitare al massimo.

Le patate fritte sono le prime “nemiche”. Pensate che la porzione ideale sarebbe di appena sei pezzi. Il consiglio arriva da un nutrizionista dell’università di Harvard. “Le patatine fritte sono una ‘bomba di amido – ha scritto Eric Rimm -, che si trasforma in zucchero velocemente nel sangue. Penso sarebbe meglio che il piatto principale arrivasse con un’insalata e sei patatine”.

La carne rossa non è un alimento da demonizzare, ma da limitare. Fino a 500 grammi a settimana di carne rossa non processata e cotta in maniera adeguata (non alla brace, al forno o ancora meglio se cotta a basse temperature) e conservata in maniera adeguata sono un supporto nutrizionale. Nello specifico, non superare 50 grammi per le carni lavorate (per esempio i salumi).

Il pane bianco ottenuto con farine molto raffinate potrebbe essere una ‘bomba di zucchero’ e mangiarne più di sei fette al giorno aumenta del 40% il rischio di sovrappeso e obesità, come sottolineato da uno studio del 2014 del Rotherham Institute for Obesity.

Zuccheri liquidi. Il corpo non registra le calorie dello zucchero liquido allo stesso modo dello zucchero consumato in forma solida. Ciò può causare in seguito un maggiore appetito conseguente apporto calorico. Il tutto in favore di un aumento di peso.

Dolci. Possono suonare come gli alimenti più scontati quali nemici del dimagrimento, ma vale la pena ricordarlo. Non bisogna dimenticare che lo zucchero di canna non è più salutare dello zucchero bianco, si equivalgono sia dal punto di vista nutritivo che calorico.

Potrebbero interessarti anche...