Dimagrire, 5 bevande nemiche della linea

Dimagrire, 5 bevande nemiche della linea

Quando vogliamo dimagrire e perdere peso di solito ci soffermiamo sul cibo solido, ma anche le bevande possono avere un impatto negativo sulla dieta.

Per esempio le bibite zuccherate (da aranciate a succhi di frutta) possono essere scarsamente nutrienti ma piene di zucchero.

Sono molto caloriche e rappresentano tra l’altro un’elevata fonte di rischio di ammalarsi di diabete.

Moderatezza è la parola d’ordine e questo vale anche per altri alimenti. Non ci sono divieti assoluti, ma neanche la libertà di bere certe bevande senza pensare alle conseguenze.

Quali drink andrebbero evitati quando si vuole dimagrire.

In cima alla lista ci sono le già citate bevande zuccherate, che oltre al rischio di diabete e obesità, possono aumentare il rischio di cancro, come evidenziato da uno studio pubblicato sul British Medical Journal.

L’elevato consumo di bibite è stato infatti correlato al maggior rischio di malattie metaboliche, che a lor volta sono collegate al rischio di cancro.

I cocktail alcolici possono essere delle “bombe” caloriche, peggior ancora se assunti a stomaco vuoto per gli effetti collaterali.

Attenzione anche alle bevande energetiche, che sono cariche di zucchero e caffeina. Si assumono come sostitute di pasti ma è quanto di più sbagliato per la salute.

Ci sono poi i tè confezionati in bottiglia, la maggior parte dei quali contiene zuccheri aggiunti. Meglio optare per quelli puri, sfusi o in bustine, possibilmente di ottima qualità.

Anche frullati e smoothies non sono sempre toccasana per la linea. Si tende a considerarli healthy ma non è così.

Quelli confezionati possono contenere zuccheri aggiunti oltre a quelli naturali, ma al di là di questo non bisogna dimenticare che possono essere un mix di molti frutti.

L’ideale sarebbe mangiare il frutto intero, evitando di privarlo della fibra, che è un elemento fondamentale per il controllo della fame, nonché per il benessere intestinale.

 

 

Potrebbero interessarti anche...