Categorie
Salute

Dimagrire, acque aromatizzate: hanno vitamine ma anche…

Quando vogliamo dimagrire siamo disposte a sperimentare ogni tipo di innovazione in grado di tenerci lontane dalle abbuffate e dai cibi nemici della linea. In estate la dieta è messa a dura prova dal cambio di routine, che spesso non permette di rispettare una tabella di marcia prestabilita. Ormai da tempo in commercio sono disponibili una serie di prodotti alternativi all’acqua, considerati da molte innocui dal punto di vista degli zuccheri. Eppure, non è proprio così.

Come sottolinea Il Fatto Alimentare in un recente articolo, le acque funzionali possono essere caloriche e dunque non paragonabili all’acqua. Il sito ha confrontato una serie di acque aromatizzate, che, pur avendo vitamine e sali minerali, contengono anche zuccheri. “In tutte le versioni – si legge su Il Fatto Alimentare – queste bibite contengono 6 g di zuccheri per 100 ml, quindi la bottiglietta da 400 ml ne contiene 24 g, corrispondenti a quasi 100 kcal. Si tratta di una quantità tutt’altro che trascurabile, visto che una lattina di bibita gassata ne contiene circa 30 g”.

Il sito ha chiesto il parere di Stefania Ruggeri, nutrizionista e ricercatrice. “Se l’acqua è un elemento essenziale nella nostra alimentazione – dice Ruggeri – non si può certo dire lo stesso di queste acque funzionali, soprattutto se contengono zuccheri“. L’esperta ricorda che ci sono anche alternative senza zuccheri aggiunti, ma l’utilità di questi prodotti resta ancora non dimostrata:

“Le acque funzionali che non contengono zuccheri sono migliori delle altre – precisa Ruggeri – ma  non ci sono studi che dimostrano direttamente i benefici rispetto all’acqua del rubinetto o alle altre acque minerali, tranne per quelle arricchite in calcio, utile quando il fabbisogno di questo minerale aumenta, come nel periodo della menopausa (…)”.

Chi non riesce a bere l’acqua così com’è, può optare per alternative fai da te: “Chi trova noiosa la semplice acqua – sottolinea Ruggeri – può preparare in casa una bevanda aromatizzata con delle foglie di menta (meglio se biologica) o fettine di cetriolo o di limone (…)”.