Diabete, il seme da aggiungere alla dieta per tenere a bada la glicemia

Diabete, rimedi naturali: la pianta che contrasta la glicemia

ROMA – Lo sviluppo del diabete, in alcuni casi, può essere dovuto a un metabolismo improprio di carboidrati, lipidi e proteine. Il diabete è una malattia cronica da tenere sotto controllo in quanto può portare gravi problemi di salute, motivo per cui deve essere sempre gestito con una specifica alimentazione regolare attività fisica. Per tenere a bada il diabete, è fondamentale monitorare costantemente la glicemia ed evitare pericolosi picchi glicemici. Per aiutare il nostro organismo a mantenere un giusto livello di zuccheri nel sangue, è necessario inserire nella dieta quotidiana cibi a basso indice glicemico. A tal proposito, l’assunzione di alcuni semi, nello specifico i semi di zucca, possono rivelarsi utili.

Nonostante siano di piccole dimensioni, i semi di zucca sono ricchi di nutrienti preziosi come magnesio, fibre e acidi grassi sani. Il magnesio è responsabile di oltre 300 processi nel nostro organismo, inclusa la scomposizione del cibo per la produzione di energia. Gli studi hanno suggerito che alcune macromolecole presenti nei semi di zucca possono aiutare a gestire lo zucchero nel sangue. Bassi livelli di magnesio sono comuni nelle persone con insulino-resistenza, una delle cause maggiori di diabete. Contengono antiossidanti come i carotenoidi e la vitamina E che aiutano a ridurre l’infiammazione e proteggere le cellule del corpo dai radicali liberi dannosi.

Da uno studio del 2013 pubblicato sulla rivista Critical Reviews in Food Science and Nutrition è emerso che le macromolecole presenti nei semi di zucca come la trigonellina (TRG), l’acido nicotinico (NA) e il dchiro-inositolo (DCI) , possiedono proprietà ipoglicemizzanti e potrebbero aiutare a mantenere il controllo glicemico. Uno studio del 2010 pubblicato su PubMed ha suggerito che il mix di semi di lino e semi di zucca, integrato nella dieta di ratti diabetici, può essere utile per prevenire il diabete e le sue complicanze. Poiché è ricco di vitamina C e aiuta a stimolare la produzione di insulina, i semi sono considerati estremamente benefici per i diabetici.

Potrebbero interessarti anche...