Diabete, contrastalo con questo ortaggio

diabete-cosa-mangiare-cipolle

Il sovrappeso è uno dei principali fattori di rischio di diabete tipo 2. Chi mangia tanto, soprattutto cibi ricchi di zuccheri e di grassi animali, ha un rischio maggiore. Chi consuma alimenti ricchi di fibre (cereali integrali, legumi, vegetali) ha invece un rischio minore. Una dieta ipocalorica in persone con eccesso di peso e glicemia non ottimale ha dimostrato di essere in grado di prevenire la malattia. Il diabete è reversibile, ma richiede una rigorosa gestione della dieta e un allenamento ad alta intensità. La riduzione del peso corporeo è un obiettivo chiave nella terapia.

Come ricorda il Times of India, le cipolle possono essere incluse nella dieta dei diabetici. La presenza di flavonoidi (un tipo di antiossidante) nell’ortaggio può aiutare a regolare il livello di zucchero nel sangue e a gestire il livello di glucosio, oltre a ridurre le possibilità di picchi improvvisi. Possono essere consumate cotte o crude, abbiate ad altri cibi o da sole.

Le cipolle sono ricche di fibre, che aiutano a facilitare i movimenti intestinali. Contengono pochi carboidrati. Una porzione da 50 grammi di cipolle rosse ne ha circa 4 grammi. Questo ortaggio ha un basso indice glicemico ed è ottimo anche per contrastare il colesterolo. Le cipolle rosse sono una potente arma anticancro. In particolare, rispetto agli altri tipi, sono le più efficaci nell’uccidere le cellule cancerogene del tumore al colon, oltre che di quello al seno.

Non bisogna dimenticare che la sedentarietà è un importante fattore di rischio di diabete tipo 2. Chi non svolge attività fisica ha un rischio di diabete maggiore rispetto a chi pratica sport. Se si passa molto tempo davanti alla televisione c’è un rischio maggiore rispetto a chi cammina. Studi recenti hanno dimostrato che in persone con eccesso di peso e glicemia non ottimale svolgere programmi strutturati di attività fisica previene il diabete.

Potrebbero interessarti anche...