Colesterolo, due mele al giorno per abbassarlo: quale tipo scegliere

colesterolo-dieta-cibi

Una particolare qualità di mela, se mangiata due volte al giorno aiuta a ridurre i livelli di colesterolo nel sangue. A rivelarlo è una ricerca condotta dalla Fondazione Edmund Mach di San Michele dell’Adige e dall’Università di Reading (Regno Unito), in collaborazione con l’Università di Trento, e pubblicata sull’American journal of clinical nutrition.

La mela, come è noto, è una vera alleata del nostro benessere. Ricca di nutrienti e vitamine, la mela non dovrebbe mai mancare in una dieta alimentare sana ed equilibrata.

Ora però un nuovo studio suggerisce che, mangiare un tipo di mela specifico due volte al giorno, aiuta a ridurre il colesterolo alto. Stiamo parlando della mela renetta Canada, una varietà di mela ricca di fibra e, soprattutto di proantocianidine. Si tratta di una classe di polifenoli molto potenti che, tra le altre proprietà, aiutano a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo LDL, quello considerato cattivo, favorendo la salute del nostro sistema cardiovascolare.

Nello specifico, la ricerca ha verificato l’effetto del consumo giornaliero di mele di verità Renetta-Canada coltivate in Trentino.

Lo studio ha coinvolto 40 volontari con livelli di colesterolo nel sangue leggermente più alti della media, che hanno consumato due mele al giorno per otto settimane, o il succo di mela impoverito. Le analisi hanno dimostrato una diminuzione del 4% dei livelli di colesterolo totale e anche del cosiddetto “colesterolo cattivo LDL”. Tale diminuzione, seppur moderata rispetto a quella ottenibile con farmaci contro l’ipercolesterolemia, è comunque significativa e porta a considerare il consumo di alimenti sani, come la mela, un mezzo di prevenzione da malattie cardiovascolari.

Non solo, la mela è un ottimo alleato anche contro la fame nervosa, la nemica numero uno delle diete ipocaloriche. Il suo primo effetto positivo quando dobbiamo buttare giù qualche chilo è il senso di sazietà che produce in noi grazie alla presenza di pectina. Quando quest’ultima raggiunge lo stomaco invia un messaggio al cervello che è quello di dire “io sono arrivata, lo stomaco è pieno”. Una vera alleata quando siamo a dieta e non possiamo fare spuntini troppo calorici. Questa fibra e altri antiossidanti contenuti nella mela aiutano anche ad eliminare tossine durante la digestione.

Potrebbero interessarti anche...