Colesterolo alto, 7 cibi da includere nella dieta

Colesterolo, 7 cibi per aumentare quello buono

Quando il colesterolo è in eccesso può rappresentare un problema per la salute, intasando le arterie e causando problemi molto gravi come infarti e ictus. L’alimentazione svolge un ruolo fondamentale nella prevenzione.

Bere molto acqua, mangiare tanta frutta e verdura fresca e di stagione, limitando al massimo il consumo di alcolici, bevande zuccherate, insaccati, carni rosse, latticini, zuccheri, farine raffinate e cibi preconfezionati sono solo alcune delle regole base per tenere a bada il colesterolo cattivo, l’LDL (sigla per Low Density Lipoproteins, lipoproteine a bassa densità). Vediamo una serie di cibi alleati.

Seguire la dieta mediterranea e aggiungere un prezioso condimento come l’olio d’oliva (ne bastano quattro cucchiai al giorno) migliora gli effetti protettivi per il cuore del colesterolo buono, cosa che riduce il rischio di malattie cardiache e ictus. 

I legumi fanno bene al colesterolo, all’apparato digerente e combattono l’anemia. Sono un’ottima fonte di fibra solubile. Sì a fagioli e lenticchie, meglio se non in scatola. Anche i cereali integrali possono ridurre l’LDL.

Un avocado al giorno può aiutare a tenere a bada il colesterolo cattivo. È quanto emerso da una ricerca della Pennsylvania State University, pubblicata sul Journal of Nutrition. Con un avocado al giorno nella dieta si hanno meno particelle piccole e dense di Ldl rispetto a prima di cambiare regime alimentare. Si dovrebbe quindi prendere in considerazione l’aggiunta di avocado in modo sano o su un toast integrale.

Frutti con molta fibra, come prugne, mele e pere, possono abbassare il livello di LDL e aumentare il livello di HDL.

Gli acidi grassi Omega-3, che si trovano nei pesci, possono abbassare il livello di LDL. Scegli tra: salmone, sgombro, tonno a pinne gialle, sardine, trota iridea.

Frutta secca. Noci del Brasile, mandorle, pistacchi, arachidi e altri, sono piene di grassi salutari per il cuore. Anche i semi di lino macinati e l’olio di semi di lino contengono acidi grassi omega-3.

Potrebbero interessarti anche...