Categorie
Salute

Cellulite, 4 rimedi casalinghi per ridurla

La cellulite colpisce il 90 % delle donne. Sia chi è magra, sia chi è in sovrappeso. Con l’avanzare dell’età, i tessuti non ricevono più l’apporto degli ormoni estrogeni e tendono a indurirsi e quella che prima era una cellulite morbida diventa più dura, il difetto si consolida virando verso la patologia fibrotica che può anche spesso dare dolore al tatto, per questo non andrebbe trascurata da giovani. La strategia a tavola per combattere la cellulite si compone soprattutto di frutta e verdura colorate, fresche e di stagione, per un totale di almeno 1 chilo ogni giorno distribuite in 5 pasti. Ma vediamo altri punti chiave.

  • Dieta sana ed esercizio fisico. Due punti che possono suonare come scontati ma che non vanno mai trascurati. Le scelte alimentari contribuiscono alla distribuzione del grasso in diverse aree del corpo e influenzano la struttura stessa dei tessuti, modificando la dieta si incide direttamente sulla qualità della pelle. Quali cibi evitare contro la cellulite, leggi qui).
  • L’esfoliazione può aiutare a levigare l’aspetto della cellulite aumentando il flusso sanguigno nell’area e riducendo l’infiammazione.
  • Il tè verde è pieno di catechine antinfiammatorie, che possono stimolare il sistema nervoso simpatico a utilizzare più energia e abbattere più grasso e questo potrebbe impedire ai tessuti adiposi di aggregarsi sotto la pelle. Anche la caffeina applicata localmente sotto forma di scrub potrebbe avere un effetto benefico, ma sarebbe comunque momentaneo.
  • Troppo sale nella dieta aumenta la ritenzione idrica. Secondo le ultime linee guida dell’Organizzazione mondiale della sanità un adulto sano dovrebbe assumere non più di 5 grammi di sale al giorno, compreso quello già negli alimenti. Ne sono ricchi gli affettati, il pesce affumicato (salmone, spada o tonno che sia), i formaggi (soprattutto quelli stagionati come il pecorino), le salse, derivati del pane come cracker e grissini, i cibi in scatola e, ovviamente, le patatine fritte.