Categorie
Salute

Calcio, come capire se si ha una carenza e quali cibi mangiare

Il calcio è un minerale importantissimo per il nostro apparato locomotore. Ha il compito di mineralizzare le ossa e i denti in modo che siano forti e resistenti.

Il calcio fa parte dei muscoli ed è essenziale per la contrazione e il loro rilassamento. Aiuta la secrezione di alcuni ormoni e il funzionamento di vari enzimi nei processi metabolici.

E’ importante per il cuore e per il sistema nervoso e aiuta a mantenere il tessuto connettivo di pelle, capelli e unghie in buone condizioni.

Malnutrizione o assunzione inadeguata degli alimenti che lo forniscono possono essere alla base della carenza del minerale. Ma anche a causa di malattie del tratto digerente o per insufficienza renale cronica.

Come capire se si ha una carenza del minerale.

Si può sperimentare una debolezza ossea che può sfociare nell’osteoporosi. I denti possono muoversi nella cavità orale o arrivare a cadere. Poi crampi muscolari.

Chi ha carenza può più facilmente avere problemi di malattie respiratorie e infezioni in generale.

La pelle può apparire secca, le unghie deboli e fragili, oltre alla caduta anomala di capelli.

Se la carenza non viene colmata, possono verificarsi aritmie cardiache.

Attenzione anche a insonnia o sonno interrotto, che possono essere altri due segnali sebbene non certamente unici della carenza di calcio (basti pensare all’ansia).

Quali alimenti mangiare per assumere calcio.

Si trova principalmente nei latticini e nell’albume d’uovo. Ma anche nei pesci: nelle sarde, nelle acciughe, nel salmone, nello sgombro, nelle acciughe e nel tonno.

Mettete nel carrello verdure a foglia verde come broccoli, spinaci, cavoli o crescione. È inoltre presente nel sesamo e nei suoi semi, nella soia, nelle arance, nelle noci e nelle mandorle, nei semi (sesamo, lino, chia e papavero), nel latte di riso e nell’avocado.

Foto in alto nella pagina di Myriams-Fotos da Pixabay